Domenica, 24 Ottobre 2021
Scuola Cerignola

Parte al 'Pavoncelli' il progetto 'SuperAbile': laboratori di cucina per potenziare la creatività e l'autodeterminazione

Il progetto programma interventi per promuovere e sostenere la qualificazione dell’offerta culturale, formativa ed educativa nelle scuole pugliesi. È stato autorizzato e finanziato per un importo di 15mila euro

Parte "SuperAbile", progetto di carattere laboratoriale per permettere ai ragazzi di esprimere la propria creatività, di potenziare la consapevolezza di sé, l'autostima e l'autodeterminazione non solo in ambito scolastico, ma soprattutto extrascolastico, in orario pomeridiano. Le attività pratiche riguardano il "Laboratorio di cucina". Dal bisogno di alimentarsi nasce una vera e propria cultura della cucina, tramandata dalle tradizioni locali e via via differenziatasi rappresentando l'italian sound. Cucinare, però, può anche trasformarsi in una vera terapia del benessere in grado di stimolare lo stato psicofisico dei soggetti più fragili.

Allora si parte con il desiderio e la necessità di provvedere ai bisogni di tutti, e il progetto "SuperAbile" punta proprio a questo.

"Nel tempo di pandemia vissuto e che stiamo vivendo - dice Pio Mirra, dirigente scolastico del Pavoncelli - leggiamo profondi mutamenti, che finiscono con impattare in modo significativo anche sulle risposte di carattere giuridico-organizzativo delle istituzioni. E la scuola oggi deve impegnarsi verso i suoi alunni "speciali" non tanto al cd "dopo di noi", ma in modo particolare a progettare azioni ed interventi "durante di noi". Si tratta di un cambiamento di paradigma in linea con le tendenze evolutive nel settore dei servizi alla persona, che trova compimento in "SuperAbile", progetto promosso dall'IISS Pavoncelli per la realizzazione di azioni finalizzate al contrasto delle diseguaglianze socio-culturali e territoriali e, soprattutto, alla prevenzione e recupero dell'abbandono e della dispersione scolastica".

Il progetto con Delibera Regionale Puglia del 29 luglio 2021, n.1291 - Programma interventi per promuovere e sostenere la qualificazione dell'offerta culturale, formativa ed educativa nelle scuole pugliesi di cui alla. Legge regionale n.31/2009 "Norme regionali per l'esercizio del diritto all'istruzione e alla formazione" - è stato autorizzato e finanziato per un importo di 15.000,00 euro.

Scuole e Regione insieme, perché oggi l'erogazione dei servizi a favore delle persone fragili deve progressivamente privilegiare misure e azioni volte a favorire la "deistituzionalizzazione" degli interventi, attraverso la realizzazione di una scuola aperta, quale laboratorio permanente per l'accesso all'istruzione e contrasto ai nuovi analfabetismi. Tanto è altresì più vero a seguito delle limitazioni imposte dalle misure nazionali e regionali di prevenzione della diffusione del Covid 19, per gli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, che hanno visto fortemente compromessa la possibilità per le studentesse e gli studenti di recarsi a scuola per svolgere attività didattica in presenza.

"Un grazie - conclude Mirra - allora all'Assessore alla Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, per aver messo in pratica politiche di intervento regionali finalizzate a contrastare l'abbandono scolastico, prevedendo anche misure per innalzare le capacità di apprendimento degli studenti, attraverso la diffusione di occasioni culturali ed educative tra gli studenti, atte a favorire l'acquisizione di competenze sociali, relazionali e personali, accompagnando il processo di crescita dei nostri ragazzi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte al 'Pavoncelli' il progetto 'SuperAbile': laboratori di cucina per potenziare la creatività e l'autodeterminazione

FoggiaToday è in caricamento