'Scuole Sicure', si riparte: la Polizia Locale al fianco degli studenti foggiani

Il progetto è finalizzato all’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Verrà altresì attivato un help-desk per attività di 'counseling' per studenti e famiglie

Immagine di repertorio

'Scuole Sicure', avviata l’attività preparatoria per l’esecuzione del progetto per l’anno scolastico 2019/2020. Questo grazie alla sottoscrizione del Protocollo D’Intesa tra Prefettura di Foggia e Comune di Foggia.

Il progetto è finalizzato alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti e/o psicotrope davanti alle scuole secondarie di primo e secondo grado da parte della Polizia Locale, il tutto affiancato ad attività educativa, formativa e informativa in collaborazione con l’Istituzione scolastica, oltre alla realizzazione di campagne di comunicazione su tematiche correlate agli stupefacenti ed al disagio giovanile. Avrà durata una durata di otto di mesi e potrà essere rifinanziato.

Prevede preliminarmente Il coinvolgimento dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Foggia per l’individuazione delle problematiche relative agli istituti insistenti sul territorio, l’Assessorato alla Pubblica Istruzione ed ai Servizi Sociali del Comune di Foggia, nonché le strutture della ASL-FG per gli aspetti di natura sanitaria collegati all’assunzione di droghe in età giovanile. Sono previste anche attività di supporto e sostegno psicologico con la collaborazione di figure professionali specifiche.

L’attività sarà posta in essere, nell’ambito della Squadra SAD della Polizia Locale di Foggia, anche mediante l’impiego della costituenda unità cinofila. L’operatività del progetto sarà accompagnata da sessioni informative e formative dedicate al personale della Polizia Locale individuato per l’esecuzione dello stesso, con la collaborazione di esperti in materia e delle Forze di Polizia ad ordinamento nazionale, per l’approfondimento e l’affinamento delle metodologie operative ed investigative riferite all’attività specifica.

Nella fase iniziale i servizi saranno costituiti da attività di presidio delle aree a forte aggregazione giovanile in prossimità degli istituti scolastici in funzione di osservazione e deterrenza rispetto alle condotte specifiche. I servizi operativi saranno accompagnati da incontri dedicati a studenti e famiglie, docenti e operatori scolastici con la partecipazione di figure istituzionali e professionali esperte in materia di dipendenza da sostanze di assuefazione e disagio giovanile. Verrà altresì attivato un help-desk per attività di “counseling” per studenti e famiglie su casi specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento