rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Scuola Cerignola

'Fase 2' anche per le attività a distanza dedicate agli studenti con disabilità: "Fino a 10 ore settimanali"

Gli operatori del Rti SocialService SuperHando Padre Pio impegnati nel programmare le attività settimanali per ogni alunno. Simone Marinelli: “Sempre vicini ai bambini con videochiamate e messaggi”

'Fase 2' anche per le attività a distanza dedicate agli studenti con disabilità. Inizia una nuova fase per il progetto Asacom - Assistenza specialistica all’autonomia e alla comunicazione realizzato nell’ambito territoriale di Cerignola dal raggruppamento temporaneo di impresa SocialService SuperHando Padre Pio.

“Dopo oltre un mese - spiega il presidente di SuperHando, Simone Marinelli - in cui gli operatori del progetto a titolo volontario, con videochiamate e messaggi whatsapp, hanno cercato di restare vicini ai bambini durante la fase del lockdown, dall’11 maggio l’Ambito territoriale di Cerignola ha approvato la rimodulazione delle attività progettuali, autorizzando il servizio in modalità a distanza, con piattaforma dedicata videoconferenze, registrazioni video/audio, chiamate vocali, materiale realizzato ad hoc e strategie multimediali per consentire di proseguire quel percorso che è stato bruscamente interrotto all’inizio delle misure restrittive.

Per ciascun alunno preso in carico saranno programmate fino a 10 ore settimanali di attività, al massimo 4 di programmazione e 6 di collegamento in remoto. Le attività saranno implementate dagli educatori, collaborando con gli istituti scolastici in costante sinergia, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati nel piano educativo individualizzato. Ringraziamo per questa opportunità l’Ambito territoriale di Cerignola e gli operatori per la professionalità e sensibilità mostrati in queste difficili settimane”.

L’Asacom è un operatore che guida e supporta lo studente con disabilità sensoriali, psico-fisiche o con disturbo dello spettro autistico nelle fasi di apprendimento e di interazione con l’ambiente che lo circonda. Il suo ruolo è volto a compensare le difficoltà comunicative e relazionali dello studente nel rispetto del diritto all’istruzione e dell’integrazione sociale dello stesso.

“Il nuovo Decreto, in vigore dal 4 al 17 maggio - continua Simone Marinelli -  non detta nello specifico disposizioni nei confronti dei volontari, ma contiene misure che si applicano anche agli enti non profit. Rispetto alla fase precedente, di chiusura totale, è prevista la possibilità per gli alunni di svolgere attività all’aperto con la presenza del proprio assistente all’autonomia e comunicazione. Anche in questo caso, si valuterà la possibilità di uscite nell’ambito del piano educativo individualizzato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Fase 2' anche per le attività a distanza dedicate agli studenti con disabilità: "Fino a 10 ore settimanali"

FoggiaToday è in caricamento