La scuola è cominciata ma mancano gli assistenti educativi: a pagarne le spese sono gli alunni diversamente abili

Il garante per l'Infanzia della Puglia ha messo al corrente della situazione il Prefetto di Foggia, che inverà una nota a tutti i comuni per sollecitarli ad accelerare le procedure

Il Prefetto di Foggia scriverà ai comuni della Provincia per sollecitarli ad attivare tutte le procedure utili all'assistenza scolastica. Lo ha affaermato all'agenzia Dire Ludovico Abbaticchio, garante per l'infanzia della Puglia dopo l'incontro con Raffaele Grassi in cui ha denunciato le "difficoltà a ogni inizio di anno scolastico legate alle mancate assegnazioni degli assistenti educativi e alle insufficienti comunicazioni al fine di evitare situazioni che impediscano ai bambini disabili di accingersi al loro percorso di studi alla stregua di tutti gli altri".

Quella del capoluogo dauno è stata la prima Prefettura ad attivarsi e a rispondere, assicurando, attraverso la massima carica dell'Ente, che "per competenza sulle scuole d'infanzia, primaria e secondaria di primo grado invierà ai comuni una nota".  Abbaticchio ha poi concluso: "Azioni come queste aiutano a creare un clima di comunità in cui tutti i bambini e i ragazzi si sentano uguali e parte della società"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento