Conoscere il cyberbullismo attraverso il cinema: a Lucera una rassegna dedicata alle scuole

Al via il progetto di “Apulia Arte, Turismo e Cultura”, quattro proiezioni gratuite contro l’hate speech. Dal 20 al 27 novembre, per gli studenti di IPSAAR, IPSIA e Liceo Rosmini

Dal 20 al 27 novembre 2019, al Cine-Teatro dell’Opera di Lucera, gli studenti di IPSAAR, IPSIA e Liceo Rosmini del centro svevo assisteranno, gratuitamente, alla proiezione di quattro film che trattano il tema del cyberbullismo. Le proiezioni saranno accompagnate dall’intervento di esperti che introdurranno la visione dei film, fornendo agli studenti una chiave di lettura di ciascuna opera cinematografica e, al termine, si terrà un dibattito con gli spettatori. L’Associazione Apulia Arte, Turismo e cultura ha promosso il Progetto “Internet warriors. Il cinema contro l’hate speech“, realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC, destinato agli studenti degli Istituti di Istruzione secondaria, per generare - grazie all'utilizzo del linguaggio cinematografico - un dialogo efficace su questo scottante fenomeno, ma anche per affrontarlo concretamente tramite il confronto con esperti e la promozione di buone pratiche.

Uno degli aspetti più inquietanti legati all’uso di Internet è il “cyberbullismo” che si presenta in forme diverse come, ad esempio, far circolare foto spiacevoli, sparlare di qualcuno per danneggiarne la reputazione, oppure inviare mail che contengono espressioni offensive. Un docente universitario britannico ha definito “hate speech” questo fenomeno che nell’era digitale riveste un’importanza sempre maggiore e fa riferimento a tutti quei discorsi ed espressioni verbali che comprendono elementi discriminatori.

Il Progetto, che vede coinvolti gli Istituti IPSAAR ed IPSIA ed il Liceo Rosmini di Lucera, prevede la proiezione, presso il Cine-Teatro dell’Opera, di quattro film sul tema del bullismo, del cyberbullismo e dei rischi e dei pericoli di Internet e dei social.

Il primo dei quattro film “Nerve”, di Henry Joost e Ariel Schulman, è in programma nella mattinata di mercoledì 20 novembre e racconta la vicenda di una ragazza che, partecipando ad un gioco online, finisce coinvolta nella spirale di richieste virtuali, avanzate dai "burattinai" delle rete.

A introdurre il film sarà la psicologa e psicoterapeuta Maria Cristina Piemontese che relazionerà sul tema "Il bullismo e il cyberbullismo. Cosa c’è dietro l’odio sui social?". Piemontese illustrerà quali possono essere i risvolti psicologici legati a un non corretto uso dei social.

Giovedì 21 novembre verrà proiettato il film “BEN X” di Nic Balthazar, il 26 novembre è in programma “Disconnect”, il progetto si concluderà il 27 novembre con la proiezione del film “Un bacio” di Ivan Cotroneo.

L’ingresso alla visione dei film è a titolo gratuito e, grazie a questa iniziativa, sarà possibile far avvicinare un bel numero di giovani al Cinema e, in particolare, far conoscere la Sala dell’Opera che, da qualche settimana, si è rinnovata dotandosi di un nuovo impianto audio, un nuovo schermo e un nuovo impianto di climatizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento