Scuola

Antonietta, l'insegnante per la gentilezza di Foggia che accoglie gli alunni con il gioco del 'semaforo': "Possiamo fare tanto'

Antonietta Perrella insegna alla scuola dell'infanzia 'L'Angelo Custode'. Ha creato il gioco del semaforo alla Gentilezza

Antonietta Perrella e il semaforo alla Gentilezza

Dopo la nomina dei primi sei assessori alla Gentilezza in Puglia (Trani San Michele SalentinoApricena, Peschici, San Paolo di Civitate e San Severo; in Italia sono ad oggi 81), Foggia è tra le prime Città Italiane ad avere un'Insegnante per la Gentilezza.

La maestra Antonietta Perrella che insegna alla scuola dell’Infanzia "L' Angelo Custode" è stata infatti riconosciuta recentemente con questo nuovo titolo. Quotidianamente propone ai propri alunni la gentilezza come opportunità per stare bene insieme, interagendo anche con la comunità locale per favorirne il benessere.

Per i propri piccoli alunni ha creato il gioco del semaforo della gentilezza in cui anziché le luci semaforiche sono raffigurati tre simboli: l’abbraccio, il battere il 5, la stretta di mano. Ogni giorno i bambini possono scegliere con quale di questi gesti essere accolti. Lo stesso gioco viene proposto anche durante la giornata con i piccoli disposti in cerchio.

All’occasione insieme alle sue colleghe organizza attività per fare gentilezza verso la comunità, come in occasione della scorsa giornata mondiale della Gentilezza in cui alcuni ospiti di una casa di riposo si sono recati a trovare i bambini ed a Natale i piccoli hanno contraccambiato la visita, proponendo in entrambe le occasioni momenti di lettura condivisa e creando dei ponti generazionali. Anche Carnevale ha rappresentato un’opportunità per fare gentilezza realizzando con semplicità un piccolo carro di carnevale a tematica ambientale, a sostengo della salvaguardia del pianeta, ovviamente realizzato con materiale riciclato. 

Cosa significa fare gentilezza per l’insegnante per la gentilezza Antonietta Perrella? “? il modo empatico di vivere insieme agli altri. Capire le paure, le emozioni, gli stati d'animo. Chiedendosi sempre e se lo facessero a me? Anche nel contesto ambientale si può essere gentili. Perché la natura fa parte di noi. Come ci sentiamo quando troviamo una spiaggia sporca? Un parco distrutto? Il mare sporco e inaccessibile? Con la gentilezza possiamo fare tanto”.

Tra i buoni propositi futuri? Mettersi in contatto con l’Amministrazione Comunale per chiedere la nomina dell’Assessore alla Gentilezza per la propria Città.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonietta, l'insegnante per la gentilezza di Foggia che accoglie gli alunni con il gioco del 'semaforo': "Possiamo fare tanto'

FoggiaToday è in caricamento