Lunedì, 26 Luglio 2021
Scuola

Al via gli esami di Maturità, nuova modalità dopo un anno di Covid: 40mila studenti pugliesi pronti a staccare il pass per il futuro

L’esame di quest’anno è stato ridefinito tenendo conto dell’impatto dell’emergenza sanitaria sulla vita del Paese e su quella scolastica. I messaggi del ministro dell'Istruzione Bianchi, dell'assessore regionale Leo e del presidente della provincia di Foggia

Sono cominciati questa mattina alle 8.30 gli 'Esami di Stato' della scuola secondaria di secondo grado, con oltre mezzo milione di candidate e candidati. Ammesso il 96,2% delle studentesse e degli studenti (il 95,79% in Puglia).

Anche quest’anno, come lo scorso anno, le commissioni sono presiedute da un presidente esterno all’istituzione scolastica e sono composte da sei commissari interni. In particolare, le commissioni saranno 13.353, per un totale di 26.555 classi coinvolte.

L’esame di quest’anno è stato ridefinito tenendo conto dell’impatto dell’emergenza sanitaria sulla vita del Paese e su quella scolastica. È previsto un colloquio, che partirà dalla discussione di un elaborato il cui argomento è stato assegnato a ciascuna studentessa e a ciascuno studente dai consigli di classe. I candidati hanno avuto un mese per produrlo con il supporto di un docente. L’elaborato è stato assegnato sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi.

Dopo la discussione dell’elaborato, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana, con l’analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline.

Ci sarà spazio per l’esposizione dell’esperienza svolta nei Pcto (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento). Il candidato dovrà dimostrare, nel corso del colloquio, di aver maturato le competenze e le conoscenze previste nell’ambito dell’Educazione civica.

La durata indicativa del colloquio sarà di 60 minuti. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti. Al colloquio verranno assegnati fino a 40 punti. La valutazione finale sarà espressa in centesimi, sarà possibile ottenere la lode.

Il messaggio di Patrizio Bianchi

 “Anche in quest’anno così difficile siamo arrivati al momento dell’Esame - ha sottolineato il Ministro Patrizio Bianchi, in un video di saluto alle maturande e ai maturandi sui suoi canali social -. È un momento importante, perché è un momento di passaggio. È il momento in cui farete l’Esame, ma dovete anche fare un esame a voi stessi, per capire cosa avete imparato, cosa avete fatto, ma anche come vi siete trasformati, come siete cambiati in questi cinque anni”.

L’esame, ha proseguito il ministro, “fatelo con tutta l’attenzione che richiede un momento di così grande rilievo nella vita. Ma fatelo anche con la gioia di andare in una nuova fase. Fatelo facendo un sorriso a tutti i vostri compagni, ai vostri insegnanti e pensando che comincia veramente una nuova pagina. Forza ragazze, forza ragazzi!”.

Il messaggio di Nicola Gatta

Il Presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, formula gli auguri ai maturandi e ai docenti. "La pandemia ha condizionato il pianeta scuola e la Provincia ha messo in campo tutte le risorse necessarie per far si che gli esami di stato si svolgano in sicurezza. Si tratta di un appuntamento importante nella vita di ogni studente, un’esperienza unica e una svolta decisa per la crescita individuale. Bisogna vivere questo momento con la massima serenità e con la convinzione che i sacrifici verranno sempre riconosciuti e apprezzati a prescindere dall’ esito finale. Ai docenti l’augurio che tutto lo sforzo e il lavoro profuso venga ricompensato con il successo dei propri studenti. Si chiude un ciclo, lungo ed impegnativo, si aprono le porte verso un futuro ricco di soddisfazioni”.

Il messaggio di Sebastiano Leo

"Non c’è ragazza o ragazzo che non colga l’importanza e la densità dei sentimenti che accompagnano questo momento: ansia, preoccupazione, ma anche voglia di portare a termine il percorso di studi, di dare testimonianza del proprio lavoro, dei risultati raggiunti. È così da quasi un secolo, ed è un giorno che - anche da adulti - rimarrà sempre nella memoria di chi lo ha vissuto. È per questo che voglio rivolgermi direttamente a voi, studentesse e studenti della nostra Scuola di Puglia, che in circa 40mila vi apprestate a vivere la fatidica “maturità”. Già, “maturità”, una parola che secondo me si è fatta già strada nelle vostre giovani vite durante questa epoca davvero incredibile, segnata dal freno che il Covid ha dato alla vostra esuberanza, ai vostri viaggi anche di studio, agli incontri sportivi, alle riunioni, a quelle cose piccole e grandi del vostro presente e del vostro futuro. Ebbene ragazzi, questa maturità, che avete conquistato sul campo in una partita davvero complicata come l’ultimo anno appena trascorso, oggi diventa per voi, con gli esami, l’occasione per esprimerla con forza e passione, con determinazione e consapevolezza. Il mio augurio è quindi di fare il meglio possibile, oggi e tutti i giorni che verranno, perché la “maturità”, quella che vi porterà ad essere uomini e donne, cittadini a cui affidiamo il destino del nostro Paese, è già nelle vostre mani. E noi siamo accanto a voi!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via gli esami di Maturità, nuova modalità dopo un anno di Covid: 40mila studenti pugliesi pronti a staccare il pass per il futuro

FoggiaToday è in caricamento