Intercultura e valori dei diritti umani: il progetto-viaggio degli alunni dell'Istituto Comprensivo di Carapelle

In particolare, hanno appreso il significato dei “valori”, di come questi si trasformino in diritti delle persone e, di conseguenza, in norme che fanno rispettare tali diritti

Con una bella manifestazione che ha coinvolto insegnanti, alunni e genitori, si è concluso, presso l’Istituto Comprensivo Statale di Carapelle, il progetto didattico intitolato 'Viaggio alla scoperta dei diritti e delle culture', promosso dal Comune di Carapelle in collaborazione con l’istituzione scolastica cittadina.

Con il coordinamento dell’insegnante Anna Carla Lucia Tancredi per la classe II D, delle docenti La Torretta Adele e Aghilar Maria Rosaria per le rispettive classi III C e II B e le lezioni delle esperte dott.sse Russo Raffaella e Miucci Antonella,e la collaborazione dell’avv. Anna Rita Cericola, i ragazzi delle classi seconde e terza della scuola primaria hanno seguito un percorso alla scoperta dell’intercultura e del valore dei diritti umani.

In particolare, hanno appreso il significato dei “valori”, di come questi si trasformino in diritti delle persone e, di conseguenza, in norme che fanno rispettare tali diritti. I concetti complessi sono stati trasferiti agli studenti attraverso attività creative e ludiche che hanno stimolato le capacità di comprensione ma anche di interagire dei piccoli partecipanti.

Un momento particolarmente gradito dai ragazzi, sabato 1 febbraio, è stata la giornata di attività svolte assieme ai genitori in classe II D, durante la quale sono stati prima esaminati i diritti fondamentali delle persone e, particolarmente, dei più piccoli, individuati nella Dichiarazione dei Diritti Universali dell’uomo e nella Costituzione italiane e sono stati poi realizzati dei grandi “Libri dei diritti e dei doveri”, consegnati durante la cerimonia di chiusura al Sindaco di Carapelle Umberto Di Michele e al Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Carapelle prof. Umberto Ranauro.

Il sindaco Di Michele ha espresso grande soddisfazione per il progresso delle conoscenze relative ai diritti umani dimostrato dai ragazzi attraverso i canti appresi durante le lezioni e i libri e i mosaici confezionati con l’aiuto dei genitori e degli insegnanti. Una iniziativa importante, ha detto, per la formazione civica delle nuove generazioni, attuata grazie alla collaborazione con un Istituto che dimostra grandi qualità e particolare sensibilità verso la comunità cittadina.

Il sirigente Ranauro, oltre ad elogiare le insegnanti e le esperte che hanno dato vita al progetto e gli alunni che hanno partecipato con tanto entusiasmo, ha ringraziato i genitori che hanno voluto condividere l’esperienza con i figli, attuando uno degli obiettivi più importanti della missione della scuola, ovvero la cooperazione delle diverse agenzie formative, famiglia compresa, alla crescita culturale e sociale dei ragazzi.

Il progetto prevede una attività supplementare che verrà realizzata nelle prossime settimane: la visita delle classi coinvolte alle strutture della cooperativa cerignolana “Pietra di Scarto”, che attraverso la produzione di olive e pomodori su terreni confiscati alla criminalità, opera da tanti anni, proponendo un’economia basata sulla dignità e sul rispetto dei diritti dell’uomo, spesso violati o del tutto negati nel nostro territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento