Vaccino antinfluenzale, oltre 1 milione di dosi già consegnate in Puglia: "Entro gennaio tutti potranno averlo"

L'assessore alla Salute spiega i ritardi nella somministrazione delle dosi, ma garantisce sulla consegna entro gennaio, quando è previsto il picco: "Un problema globale, non solo italiano o regionale. Le ditte continueranno a consegnare i nuovi lotti man mano che verranno resi disponibili a livello nazionale"

"È un problema globale, non certo italiano e tanto meno regionale". L'assessore regionale alla salute Pier Luigi Lopalco torna a parlare di vaccino anti influenzale e sui ritardi nella distribuzione delle dosi: "La Puglia è stata fra le prime regioni italiane ad avviare la gara d’acquisto dei vaccini anti influenzali in primavera. In questo modo è riuscita ad opzionare ben 2.100.000 dosi per la stagione 2020-21".

A generare i ritardi è stata senza dubbio la fortissima richiesta da parte del pubblico rispetto agli anni precedenti: "Se da un lato è la dimostrazione di una ritrovata fiducia del cittadino nei confronti del vaccino contro l’influenza, dall’altra sta mettendo alla prova il sistema di produzione e distribuzione da parte delle aziende farmaceutiche". 

Lopalco aggiunge che al momento alle Asl pugliesi è giunto circa il 50% delle dosi ordinate: "Al momento, sugli ordini eseguiti dalle ASL pugliesi, sono stati consegnati da Sanofi circa 650.000 dosi e da Seqirus circa 400.000 dosi. Ben 1.050.000 dosi sono state già consegnate e in gran parte somministrate dai medici ai loro assistiti. A titolo di confronto, negli ultimi anni, in tutta la stagione, venivano somministrate complessivamente 6-700mila dosi".

“Le ditte, interpellate dagli uffici regionali, hanno garantito che continueranno a consegnare i nuovi lotti man mano che verranno resi disponibili a livello nazionale. “Quindi, bisogna avere pazienza. I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta – conclude Lopalco – stanno facendo di tutto per somministrare le dosi a loro consegnate in base ai criteri di priorità a loro assegnati. Il picco influenzale è atteso dopo le vacanze di Natale. Fino ad allora tutti i pugliesi che ne hanno diritto e vorranno vaccinarsi avranno l’opportunità di farlo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento