Salute

Vaccini Anti Covid, la Capitanata supera le 100mila persone 'immunizzate': in Puglia somministrate il 94% delle dosi ricevute

Da oggi in Puglia è partito di prenotazione prioritaria sul sito lapugliativaccina.regione.puglia.it per le persone con meno di 60 anni con patologie, affette da malattie rare o caregiver di malati con legge 104 che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19. In tutta la provincia di Foggia, la giornata di domenica 23 maggio sarà dedicata alle somministrazioni agli ultraottantenni, alle persone estremamente vulnerabili e alle persone con grave disabilità non ancora vaccinate

Sono 2.048.748 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 dal report del Governo nazionale) pari al 94% di quelle consegnate dal Commissario nazionale sono 2.180.555.

Da oggi, sabato 22 maggio, è partito il servizio di prenotazione prioritaria sul sito www.lapugliativaccina.regione.puglia.it per le persone con meno di 60 anni con patologie, affette da malattie rare o caregiver di malati con legge 104 che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19. Il servizio è stato attivato per completare la vaccinazione, già iniziata, di queste categorie.

Si può così attendere la chiamata del proprio medico di medicina generale o accedere al servizio di prenotazione sul sito La Puglia ti vaccina.

La tabella delle patologie è pubblicata sul sito regione.puglia.it.

Sul sito lapugliativaccina.regione.puglia.it è presente da oggi una sezione per le manifestazioni di interesse per la vaccinazione dedicata a tutte quelle persone che secondo il piano vaccinale già possono riceverla, ma non sono riusciti a prenotarsi sinora tramite i canali dedicati.

Compilando correttamente il modulo i cittadini saranno ricontattati dalle Asl. La sezione riguarda i cittadini italiani temporaneamente presenti in Puglia per motivate esigenze (lavoro, assistenza a familiare, altro motivo) ma non iscritti alla Asl, persone con comorbidità e malattia rare con età 16-59 anni, che non riescono a prenotare con il canale dedicato, donne in gravidanza o allattamento, operatori sanitario che non hanno aderito precedentemente, stranieri Temporaneamente Presenti (Stp) / Europei Non Iscritti (Eni), dipendenti delle Istituzioni dell'Unione Europea e i relativi famigliari a carico e il personale delle medesime Istituzioni in quiescenza che vivono sul territorio nazionale; gli agenti diplomatici e il personale tecnico-amministrativo delle missioni diplomatiche e i relativi famigliari a carico che vivono sul territorio nazionale; il personale di enti e organizzazioni internazionali e i relativi famigliari a carico e il personale dei medesimi enti e organizzazioni in quiescenza che vivono sul territorio nazionale.

Sfiorate in provincia di Foggia le 320.000 somministrazioni dall'avvio della campagna vaccinale. Di queste, 217.776 sono le prime dosi; 101.433 sono le persone che hanno concluso il ciclo vaccinale. La giornata di domenica 23 maggio sarà dedicata alle sommistrazioni agli ultraottantenni, alle persone estremamente vulnerabili e alle persone con grave disabilità non ancora vaccinate.

Proprio per poter concludere la campagna vaccinale di queste categorie prioritarie, infatti, oggi sono state distribuite ai medici di medicina generale 3.000 dosi di vaccino che si aggiungono alle circa 10.000 già messe a disposizione nella settimana in corso.

I medici stessi provvederanno a convocare i propri assistiti appartenenti a queste categorie prioritarie. Il completamento della vaccinazione di queste fasce di popolazione particolarmente fragile consentirà di avere maggiori quantità di dosi da mettere a disposizione per le persone di età inferiore a 60 anni.

Nel dettaglio, ad oggi: sono 38.723 le persone estremamente vulnerabili che hanno ricevuto la prima dose. Vaccinati con la prima dose anche 13.606 caregivers/familiari conviventi.

Le persone ultraottantenni che hanno ricevuto la prima somministrazione sono 37.040; di queste, 32.687 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Inoltre, hanno ricevuto la prima dose di vaccino 47.225 persone di età compresa tra 79 e 70 anni e di queste 13. 947 anche la seconda. Hanno ricevuto la prima dose 54.897 persone di età compresa tra 69 e 60 anni e, di queste, 15.637 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Hanno ricevuto la prima dose anche 39.310 persone di età compresa tra 59 e 50 anni e, di queste, 15.712 hanno fatto la seconda somministrazione. I medici di medicina generale hanno somministrato, ad oggi, 86.039 dosi di vaccino di cui 13.609 a domicilio.

La giornata di ieri si è conclusa con 6.389 somministrazioni.

Al Policlinico Riuniti di Foggia presso il Poliambulatorio Vaccinale dell'UOC Igiene del plesso D'Avanzo, da lunedì 17 maggio sono state vaccinate 1.778 persone: 994 con condizioni di vulnerabilità, 225 conviventi di pazienti ad alto rischio, 364 adulti di 60 anni di età e più, 195 di altre categorie (operatori sanitari non ancora vaccinati, studenti di area sanitaria che iniziano il tirocinio in questo mese, operatori scolastici).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini Anti Covid, la Capitanata supera le 100mila persone 'immunizzate': in Puglia somministrate il 94% delle dosi ricevute

FoggiaToday è in caricamento