Salute

850mila dosi somministrate in Puglia, arrivati oltre 100mila vaccini Pfizer. Asl Fg: "Entro il 30 aprile si chiude con le persone tra i 70 e i 79 anni"

In provincia di Foggia ad oggi sono state somministrate in tutto 139.176 dosi di vaccino di cui 95.187 prime dosi e 43.989 seconde dosi. Obiettivo della direzione è concludere le somministrazioni alle persone comprese tra i 70 e i 19 anni entro il 30 aprile prossimo

Sono 845.883 le dosi di vaccini anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia, dove nella giornata di oggi sono arrivate 104.130 dosi di Pfizer. Circa 1800 le dosi somministrate oggi nei punti vaccinali della Asl di Foggia (ancora in corso), 3.868 le somministrazioni complessive di ieri.

Oltre ai Punti Vaccinali di Popolazione, oggi sono in corso sedute straordinarie direttamente in loco nei comuni di Casalnuovo Monterotaro, Carlantino, Bovino, Carapelle. Presso l'Irccs Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo sono stati vaccinati oggi 24 pazienti oncologici.

Ad oggi sono state somministrate in tutto 139.176 dosi di vaccino di cui 95.187 prime dosi e 43.989 seconde dosi. Gli ultraottantenni che hanno ricevuto la prima dose sono in tutto 31.735, di questi hanno fatto anche la seconda somministrazione 22.955. Le persone di età compresa tra 70 e 79 anni che hanno ricevuto la prima dose sono 10.159. Hanno ricevuto la prima dose anche 7.773 persone estremamente vulnerabili e con disabilità grave e 4.439 caregivers.

Da lunedì 12 aprile al policlinico Riuniti sono state vaccinate 770 persone: 240 con condizioni di estrema vulnerabilità, 140 conviventi di pazienti ad alto rischio, 250 adulti di 60 anni di età e più. Dall’avvio della campagna di immunizzazione ad oggi, il 25% dei pazienti con patologie rare in cura presso il Policlinico Riuniti ha ricevuto almeno una dose di vaccino.

Continua presso il Poliambulatorio vaccinale dell’UOC Igiene del Plesso D’Avanzo in viale degli Aviatori l’offerta del vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato AstraZeneca) a tutti i nati tra il 1942 e il 1961, anche se non hanno confermato l’adesione alla vaccinazione prenotata in precedenza, sino ad esaurimento delle dosi disponibili. Sarà aperta da domani, giovedì 15 aprile, la vaccinazione con Astrazeneca dei cittadini pugliesi senza fragilità alla doppia annualità dei nati nel 1946 e 1947, quindi dei 75enni e 74enni.

Si prosegue poi in questo ordine venerdì 16 aprile 73enni e 72enni; sabato 17 aprile 71enni e 70enni; domenica 20 aprile i 69enni. Si va avanti sino ad esaurimento dei vaccini disponibili. Resta sempre confermato l’appuntamento per chi ha effettuato l’adesione sul sistema ‘La Puglia ti vaccina’, che avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati.

Obiettivo della direzione è concludere le somministrazioni alle persone comprese tra i 70 e i 19 anni entro il 30 aprile prossimo. Nei grandi comuni la Asl Fg ha anticipato ad aprile tutte le prenotazioni fissate nel mese di maggio.

Le persone nate dal 01/01/1948 al 31/12/1949 e dal 01/01/1950 al 31/12/1951, residenti nei comuni di Foggia, Manfredonia, Cerignola, San Severo, Lucera, San Giovanni Rotondo, Orta Nova, Torremaggiore, San Nicandro Garganico, Vieste, San Marco in Lamis, Apricena, Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano, Troia, Cagnano Varano che avevano l’appuntamento nel mese di maggio a verificare e confermare, il prima possibile, il nuovo appuntamento sul sito web “sanita.puglia.it” oppure in farmacia.

Anche coloro che, pur rientranti in questa fascia d’età, non avessero ancora confermato la prenotazione, potranno accedere “a sportello”, secondo le modalità previste dalla Regione Puglia. Le persone prenotate manterranno la priorità acquisita.

Nei piccoli comuni è prevista una organizzazione specifica ad Accadia, Alberona, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Biccari, Bovino, Candela, Carapelle, Carlantino, Carpino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Chieuti, Deliceto, Faeto, Ischitella, Isole Tremiti, Lesina, Mattinata, Motta Montecorvino, Monteleone di Puglia, Ordona, Orsara di Puglia, Panni, Peschici, Pietramontecorvino, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rocchetta Sant'Antonio, Rodi Garganico, Roseto Valfortore, San Marco la Catola, San Paolo di Civitate, Sant'Agata di Puglia, Serracapriola, Stornara, Stornarella, Volturara Appula, Volturino, Zapponeta.

Le persone di età compresa tra 70 e 79 anni residenti in questi comuni non sono state inserite nel sistema regionale di prenotazione perché la Asl sta organizzando, come per le persone ultraottantenni, sedute straordinarie direttamente in loco. Le persone appartenenti a questa fascia d’età, quindi, non dovranno recarsi in farmacia o prenotare sul sito, ma saranno contattate telefonicamente direttamente dalla ASL.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

850mila dosi somministrate in Puglia, arrivati oltre 100mila vaccini Pfizer. Asl Fg: "Entro il 30 aprile si chiude con le persone tra i 70 e i 79 anni"

FoggiaToday è in caricamento