Martedì, 16 Luglio 2024
Salute San Severo

Stop al servizio di pet-therapy a San Severo: "Esperienza interrotta dalla Asl per motivi incomprensibili"

La nota della associazione 'Amore per la vita attraverso la pet-therapy', che dallo scorso giugno non può più garantire i servizi di terapia con gli animali di cui hanno beneficiato quasi 500 pazienti nel corso degli anni, dopo che la Asl non è stata in grado di affidare il servizio tramite bando di gara

DaIIo scorso mese di giugno l’associazione 'Amore per la vita attraverso la pet-therapy' non è più in grado di garantire i servizi di terapia con gli animali di cui hanno beneficiato nel corso degli anni quasi cinquecento pazienti, per la maggior parte bambini. Gli interventi erogati, come da protocolli nazionali e internazionali, comprendevano Attività Assistita con gli Animali, Educazione Assistita con gli Animali e Terapia Assistita con Animali. Oltre alla pet-therapy tradizionalmente intesa, che si avvale di cani, gatti e conigli, a San Severo si è praticata Ippoterapia (cavalli) e omoterapia (asini).

Grazie a queste attività, che grazie all’intuizione del dottor Luigi Urbano sono nate ancora prima che la pet-therapy divenisse pratica comune (preziosa in tal senso la collaborazione con l’Università di Teramo), l’Asl ha potuto ottenere risultati decisamente positivi a fronte di costi estremamente contenuti: si pensi che uno step di quattro mesi costa per ogni paziente circa ottocento euro, meno del costo medio di due giorni di ricovero ospedaliero.

"La Asl ha tuttavia ritenuto necessario, nello scorso dicembre, sospendere la convenzione perché il servizio venisse assegnato tramite gara. Una soluzione pienamente accettata dall’associazione che gestisce il Centro di San Severo, pienamente convinta che nel settore dell’assistenza legalità e trasparenza siano valori non negoziabili", si legge in una nota dell'associazione, che aggiunge: "Il buonsenso avrebbe suggerito, in attesa della formulazione e dell’espletamento della gara, di continuare a garantire il servizio in prorogatio. La Asl ha ritenuto altrimenti".

A quel punto, i membri della associazione hanno deciso di farsi carico ("a titolo di puro volontariato", precisano) di garantire il servizio nei primi sei mesi dell'anno, in attesa che venisse formulato e pubblicato il bando di gara. Tempo che, tuttavia, non è stato sufficiente: "A quel punto, dopo dieci anni di ininterrotta e gratificante attività, l’associazione non ha potuto fare altro che interrompere il servizio. Non è nostro interesse né nostra competenza valutare le ragioni che hanno indotto la Asl di Foggia e il suo Direttore Generale a interrompere questo servizio decine e centinaia di soggetti fragili e delle loro famiglie. Non vogliamo credere che una realtà di eccellenza e di avanguardia, testimoniata dall’esperienza concreta di migliaia di cittadini venga pretestuosamente affossata per ragioni incomprensibili. Ma si abbia almeno il coraggio di dirlo, di spiegare ai genitori di quei bambini e ai figli di quegli anziani che la piccola fiammella di speranza accesa in San Severo andava spenta. Magari chiarendone le vere ragioni", concludono..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al servizio di pet-therapy a San Severo: "Esperienza interrotta dalla Asl per motivi incomprensibili"
FoggiaToday è in caricamento