rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Salute Cerignola

Donna operata d'urgenza, dietro i dolori provocati dall'ulcera si nascondeva un grosso tumore: "Grazie ai medici che le hanno salvato la vita"

Donna salvata all'ospedale Tatarella di Cerignola. La testimonianza del figlio: "Grazie"

"Mia madre è stata salvata con un intervento d'emergenza effettuato in maniera eccellente". E' in sintesi il contenuto della mail di ringraziamento indirizzata al dott. Filippo Albanese della U.O. di Chirurgia Generale del presidio ospedaliero 'G. Tatarella' diretta dal dott. Vincenzo Murgolo, per l'esecuzione in di un intervento delicato di chirurgia maggiore, ovvero gastrectomia subtotale, in seguito a un'urgenza chirurgica rappresentata da una peritonite causata da un voluminoso carcinoma gastrico perforante. Spontaneo l'abbraccio del figlio della donna all'equipe di medici e infermieri, per "l'accuratezza, la disponibilità e la sensibilità manifestata".

Il 27 settembre la donna, 72enne, era stata portata in ambulanza al pronto soccorso di Cerignola per via di fortissimi dolori allo stomaco. Dalla tac era emersa una perforazione allo stomaco causata, probabilmente, da un'ulcera. A quel punto i medici avevano deciso di intervenire con una operazione. "Mia madre aveva una forte piastrinite, una forte anemia e serviva del sangue. In un secondo momento abbiamo scoperto che aveva avuto anche una brutta peritonite".

La paziente era stata ottoposta ad un intervento chirurgico per tutta la notte, fino alle 8 del mattino. "Nonostante la stanchezza, il dottor Albanese ci ha spiegato con esattezza che dietro l'ulcera c'era un tumore grosso. Hanno rimosso lo stomaco e hanno ricollegato all'intestino quel che ne rimaneva. Mia madre era stata messa in coma farmacologico per precauzione data la sua età non piu giovane e le precarie condizioni fisiche".

A una settimana dall'intervento la donna si è ripresa. "Dalla tac effettuata il 21 ottobre di quel tumore non c'e' piu traccia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna operata d'urgenza, dietro i dolori provocati dall'ulcera si nascondeva un grosso tumore: "Grazie ai medici che le hanno salvato la vita"

FoggiaToday è in caricamento