Lastaria, il pronto soccorso riaprirà (potenziato) quando scenderà l'indice di trasmissione Covid: "Nuove attività assistenziali e posti letto"

La direzione del Policlinico Riuniti annuncia per il 'Lastaria' l’imminente apertura di posti letto per l'Oncologia, per la Terapia Antalgica, il potenziamento dei day service nonché all'allestimento di posti letto per soggetti convalescenti post-Covid

Ospedale Lastaria

Il pronto soccorso di Lucera riaprirà quando l’indice di trasmissione Covid scenderà a livelli tali da far riprendere in sicurezza le attività, che - assicurano dal Policlinico Riuniti di Foggia - saranno ampliate e potenziate nell'assistenza e nel numero dei posti letto.

 “La chiusura del pronto soccorso dell’ospedale ‘Lastaria' di Lucera - puntualizza la direzione del Riuniti - rientra tra le misure contingenti e urgenti legate alla crescente ripresa dell’epidemia da Covid-19 e rivolte a trasformare il setting assistenziale del presidio ospedaliero di Lucera e a ridurre il rischio di contagio per pazienti e operatori sanitari”.

Il Lastaria è ospedale Covid-free e ha una tipologia di attività assistenziale rivolta a pazienti fragili (oncologici, dializzati) e geriatrici (Lungodegenza, Medicina, Geriatria). Ne consegue che la presenza di un pronto soccorso non compatibile sul piano organizzativo con l’attuale elevata incidenza di casi di contagiati Covid determina una condizione di alto rischio.

Rischio Covid, pronto soccorso di Lucera chiuso per tutelare pazienti e operatori

“La riattivazione del pronto soccorso, quindi, avverrà quando l’indice di trasmissione scenderà a livelli tali da far riprendere in sicurezza le attività e dopo l’esecuzione di opportuni lavori per garantire appropriati percorsi. La riattivazione sarà caratterizzata, inoltre, da un nuovo modello organizzativo autonomo e potenziato dalle possibilità di integrazione di un ospedale di maggiori multidisciplinarietà (Medicina, Cardiologia, Anestesia, Chirurgia) in modo da poter consentire l’erogazione di prestazioni più complete tese alla stabilizzazione dei pazienti che giungono al pronto soccorso”.

“Nel contempo, infatti, la direzione sta procedendo ad implementare le attività di assistenza nel presidio quali l’imminente apertura di posti letto per Oncologia (10 posti letto), l’attività di Terapia Antalgica (con posti letto) e relativo incremento di figure di anestesisti, il potenziamento dei day service nonché all’allestimento di posti letto per soggetti convalescenti da infezione Covid (Post-Covid)”.

“Particolare rilievo avrà inoltre il potenziamento entro poco tempo del servizio di Cardiologia con annessa tele-cardiologia che consentirà attività di diagnosi a distanza con il Policlinico Riuniti per tutte le tecnologie presenti presso la sede centrale. La direzione del Policlinico - conclude la nota - rivolge particolare attenzione al presidio ospedaliero di Lucera assegnandogli un ruolo determinante nella gestione dei pazienti che ad esso afferiscono. L’attività di implementazione nel contempo assicurerà una maggiore garanzia anche nella gestione delle urgenze e quindi dell’attività specifica del pronto soccorso stesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento