Obesìtà e rischio mortalità: a Foggia c'è il protocollo di 'Riabilita', il centro dove si cura e gestisce la malattia cronica

Il 18 gennaio la presentazione del 'Protocollo Obesità' a cura del prof. Nicola Muscatiello, direttore del centro polifunzionale di recente apertura a Foggia

Nicola Muscatiello

Si terrà il 18 gennaio prossimo presso il Centro di Riabilitazione Polifunzionale Riabilita, l’open day 'Obesità e disturbi alimentari' appositamente organizzato per far conoscere a cittadini e pazienti l’offerta del territorio in termini di prevenzione e le possibili cure del sovrappeso e dell’obesità con la presentazione del 'Protocollo Obesità' a cura del prof. Nicola Muscatiello, specializzato in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, direttore del Reparto di Endoscopia Digestiva ad Indirizzo di Urgenza presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, titolare di Gastroenterologia in diversi corsi di Laurea presso l'Università di Foggia, nonché consigliere nazionale dell’AIGO (Associazione Italiana dei Gastroenterologi Ospedalieri).

Il protocollo prevede la diagnosi accurata del paziente in equipe integrata comprensiva di medici, nutrizionisti, psicologi e fisioterapisti, abbinata a percorsi riabilitativi individuali diversificati e studiati in base all’intensità richiesta dal quadro clinico del paziente, nonché progressivi e monitorati nel tempo.

Tali percorsi è possibile svolgerli presso Riabilita, il centro polifunzionale di recente apertura a Foggia, dotato di palestra per la riabilitazione osteo-muscolo-articolare e il ricondizionamento fisico, fornito di attrezzature per l’attività riabilitativa e per il monitoraggio delle funzioni cardio-respiratorie (cyclette, tapis-roulant, cardiofrequenzimetri, saturimetri), piscina riabilitativa a due altezze alla temperatura ideale per programmi di attività motoria in acqua, facilitata dall’allevio motorio e dalla riduzione della forza di gravità.

Riabilita sta per aprire le sue porte alla città perché l’obesità è una malattia cronica associata ad un aumentato rischio di mortalità, ma è una disabilità che può essere gestita e curata con specifici trattamenti riabilitativi che vanno dall’idrokinesiterapia individuale o di gruppo alla rieducazione motoria, dalla riabilitazione cardiorespiratoria ai massaggi linfodrenanti e alla pressoterapia, dal sostegno psicologico alla programmazione di una riabilitazione nutrizionale e alimentare.

Il percorso riabilitativo riduce il rischio operatorio e nel post intervento aiuta i pazienti che hanno difficoltà ad attuare le modificazioni dello stile di vita necessarie per la gestione ottimale del peso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento