Giovedì, 13 Maggio 2021
Salute

Cellule staminali, al via un innovativo progetto di ricerca in Puglia: c'è anche Casa Sollievo della Sofferenza

L'obiettivo? "Sviluppare un sistema robotico multi-modulare e innovativo in grado di automatizzare le fasi di isolamento, manipolazione ed espansione cellulare delle cellule staminali, per il successivo utilizzo per varie applicazioni cliniche"

Immagine di repertorio

Via libera, da parte della Giunta regionale, ad un importante accordo per l’innovazione tra il ministero dello Sviluppo economico, la Regione Puglia e la Regione Friuli Venezia Giulia per la realizzazione di un innovativo progetto di ricerca e sviluppo, denominato “H-Steep” (Human staminal cell extraction and expansion process), promosso dalle società Masmec SpA e VivaBiocell SpA, in collaborazione con la Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza – IRCCS e l’Università degli Studi di Bari.

L’iniziativa, del valore complessivo di oltre 6 milioni di euro, potrà beneficiare di un contributo da parte del ministero dello sviluppo economico di 3 milioni di euro circa, con un cofinanziamento, da parte della Regione Puglia, relativo alle attività che si svolgeranno sul nostro territorio, pari a 93 mila euro. 

"L’investimento, nel settore biomedicale, è centrato sulle cellule staminali e ha come obiettivo quello di sviluppare un sistema robotico multi-modulare e innovativo in grado di automatizzare tutte le fasi di isolamento, manipolazione ed espansione cellulare di differenti tipologie di cellule staminali, ai fini del loro successivo utilizzo per varie applicazioni cliniche, dalla medicina rigenerativa alla terapia cellulare personalizzata", spiega Mino Borraccino, assessore regionale all Sviluppo economico.  

"Si tratta di un programma di attività molto innovativo che coinvolgerà gli stabilimenti produttivi delle imprese proponenti, presenti in Puglia comportando anche una significativa opportunità occupazionale per figure altamente qualificate come ingegneri, bioingegneri, biotecnologi, biologi, tecnici specializzati, tutte professionalità utili alle operazioni di produzione e di servizio assistenza".

"La scelta di puntare su questo importante progetto conferma la grande attenzione del Governo regionale nel campo dell’innovazione come leva fondamentale per sostenere e supportare lo sviluppo in Puglia, puntando a settori molto avanzati che possono fornire significative opportunità di crescita economica per il territorio e occupazionale per i nostri giovani più qualificati", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellule staminali, al via un innovativo progetto di ricerca in Puglia: c'è anche Casa Sollievo della Sofferenza

FoggiaToday è in caricamento