menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Puglia capofila d'Italia: arriva lo psicologo di base e delle cure primarie

Approvata la legge istitutiva. La nuova figura sarà introdotta nel servizio sanitario regionale in via sperimentale per un anno. In fase di prima applicazione, è prevista la presenza di nove psicologi in ogni distretto socio-sanitario

In Puglia arriva lo psicologo di base e delle cure primarie. Il Consiglio regionale ha approvato la proposta di legge che istituisce il servizio. Primo firmatario è Pino Romano (Senso Civico), presidente della commissione sanità della Regione Puglia.

La nuova figura sarà introdotta per un anno a titolo di sperimentazione e affiancherà i medici di medicina generale. Lo psicologo del servizio svolge funzioni di coordinamento e programmazione per la psicologia territoriale nell’ambito delle strutture sanitarie territoriali afferenti al distretto socio-sanitario in collaborazione con la medicina convenzionata.

Sarà istituito presso l’agenzia regionale strategica per la salute e il sociale (Aress) il coordinamento regionale dei dirigenti psicologi delle singole Asl, con lo scopo di avanzare nuovi modelli organizzativi innovativi e verificare la eventuale loro applicabilità. Tale organismo, costituito da un dirigente psicologo e integrato con la presenza di due rappresentanti designati dall’ordine regionale professionale degli psicologi e di due rappresentanti designati dai dipartimenti universitari corrispondenti, definisce linee guida rispetto alle problematiche prioritarie.

In fase di prima applicazione, si prevede la presenza di 9 psicologi in ogni distretto socio-sanitario, con una spesa di 750mila euro per il 2020. La Regione Puglia d’intesa con l’ordine professionale degli psicologi, con le associazioni scientifiche di psicologia, con i dipartimenti a cui afferiscono corsi di studio di laurea in psicologia presenti nelle università pugliesi, con il coordinamento regionale dei medici di medicina generale e con i pediatri di libera scelta, istituisce presso l’Aress, un organismo indipendente con funzioni di osservatorio regionale.

"Un risultato storico per la nostra Regione, capofila in Italia su un tema tanto ampio quanto delicato - ha commentato con soddisfazione il consigliere Pino Romano - Sono orgoglioso del lavoro fatto in questi anni, un percorso (spesso ad ostacoli) fatto di incontri costanti e ascolto. Abbiamo atteso 4 lunghi anni ma ora possiamo partire".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento