Giovedì, 18 Luglio 2024
Salute

Procreazione medicalmente assistita, 236mila euro all’Asl Foggia: contributi fino a 2mila euro alle coppie

Approvata la delibera con gli indirizzi operativi per l’erogazione del contributo economico della Regione Puglia

Ammontano a 236.334 euro le risorse assegnate all’Asl di Foggia dalla Regione Puglia a valere sul fondo di 1,5 milioni di euro per sostenere le coppie che ricorrono alle tecniche di procreazione assistita.

Le somme sono state ripartite sulla base della percentuale della residenza delle donne che hanno partorito nel 2022.

La Giunta guidata da Michele Emiliano ha approvato oggi la delibera proposta dagli assessorati alla Sanità e al Welfare con gli indirizzi operativi per l’erogazione del contributo economico con cui la Regione Puglia sostiene la spesa per i percorsi di procreazione medicalmente assistita (Pma).

Per il contributo, nell’ultimo bilancio di previsione, sono stati stanziati 1.500.000 euro per il 2023 e la stessa cifra per gli anni 2024 e 2025.

Possono accedere al contributo le coppie in possesso dei requisiti previsti dall’art. 5 della legge 40/2004, in particolare le donne di 46 anni (fino al compimento di 47 anni, purché la procedura sia stata avviata a 46 anni). La domanda potrà essere presentata alla Direzione generale della Asl di appartenenza entro e non oltre sei mesi dalla data dell’intervento, nella misura di 500 euro per ciascun percorso di Pma che si avvalga di tecniche di I livello; 1000 euro per ciascun percorso di Pma che si avvalga di tecniche di II e III livello, e comunque nella misura massima di due percorsi per coppia. Il nucleo familiare dovrà avere Isee in corso di validità al momento della domanda di accesso al contributo non superiore a 30 mila euro.

“Grazie a questo contributo - dichiara l’assessore al Welfare Rosa Barone - la procreazione medicalmente assistita non sarà più solo un privilegio per le coppie che possono permetterselo. Una misura di civiltà, perché tutti devono avere uguali possibilità di accedere al percorso”.

Il contributo potrà essere concesso alle coppie previa presentazione di puntuale rendicontazione delle spese sanitarie sostenute.

“Fa parte del programma regionale – spiega l’assessore alla Sanità, Rocco Palese - ridurre i divari di accesso all’assistenza. Il prossimo passo sarà quello di potenziare il servizio pubblico in tutti i territori, per ridurre i tempi di accesso e garantire una qualità omogenea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Procreazione medicalmente assistita, 236mila euro all’Asl Foggia: contributi fino a 2mila euro alle coppie
FoggiaToday è in caricamento