Ospedali troppo distanti dai paesini, postazioni del 118 "punto di riferimento di vitale importanza": a Zapponeta salvato neonato di 15 giorni

L'importanza della postazione del 118 di Zapponeta. Le dichiarazioni della dottoressa Stefania Scalseggi e dei dipendenti-sanitari

La dott.ssa Stefania Scalseggi, l’infermiere Stefano Impagnatiello, il soccorritore Luca De Marco e l’autista dell’ambulanza di Sanitaservice Vincenzo Santoro della postazione del 118, sono gli angeli che la sera del 19 giugno 2021 hanno salvato la vita a un neonato di 15 giorni in arresto respiratorio per un rigurgito: "E stato un segno del destino, doveva andare così, non eravamo per fortuna occupati".

"Quello che è successo è l'emblema dell'importanza della nostra presenza sul territorio, la postazione del 118 rappresenta un punto di riferimento spesso di vitale importanza perché gli ospedali sono comunque distanti dai paesini. Il primo ospedale utile è a 20 km ma a noi serve poco perché non c'è una rianimazione, non c'è un ortopedia, ginecologia e pediatria. I nostri ospedali di riferimento sono San Giovanni e Foggia" spiega la dottoressa Scalseggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Ospedali troppo distanti dai paesini, postazioni del 118 "punto di riferimento di vitale importanza": a Zapponeta salvato neonato di 15 giorni

FoggiaToday è in caricamento