Lunedì, 22 Luglio 2024
Salute San Nicandro Garganico

Manca il medico, pazienti dializzati costretti a spostarsi in un altro comune: "Non se ne può davvero più"

Raccolta firme a San Nicandro Garganico contro la carenza di medici

L'informazione che da lunedì 19 giugno e fino alla fine del mese i pazienti dializzati di San Nicandro Garganico dovranno raggiungere l'ospedale Masselli Mascia di San Severo per assenza del medico al Poliambulatorio locale, non è stata presa granché bene.  Anche perchè, la stessa situazione si presenterà a luglio, per altre due settimane, e nella settimana di Ferragosto.

Con le temperature in rialzo, gli spostamenti sul pulmino messo a disposizione della Croce Rossa per i nove utenti sannicandresi - il lunedì, mercoledì e venerdì - diventano certamente più complicati. "Stipati come sardine, con il caldo che verrà, non ce la faccio, mi viene da piangere" riferisce una paziente.

Intanto, questa mattina un comitato spontaneo cittadino ha raccolto le firme contro la carenza dei medici del 118, della guardia medica e, appunto, del centro dialisi. "Facciamo sentire la nostra voce contro la carenza di medici e contro i servizi sanitari essenziali. I servizi della sanità non possono essere concessi a tempo con orari e date. Da tempo si vedono cartelli attaccati alla porta del 118 e della guardia medica con su scritto “chiuso per tre giorni” o “chiuso fino a lunedì”. E l’assistenza?".

Una battaglia condotta al fianco del consigliere comunale d'opposizione Antonio Berardi, che tuttavia, sulla questione, tiene a precisare che non vi è nulla di politico, ma l'esclusivo interesse a garantire la salute dei cittadini: "C'è stata un'ottima partecipazione". Il documento verrà consegnato al sindaco Matteo Vocale, al Prefetto, al Presidente della Provincia di Foggia, al Presidente della Regione Puglia e al Presidente del Consiglio dei Ministri.

In tanti si sono avvicinati al gazebo allestito in Piazza IV Novembre. I moduli sono stati distribuiti in tutti gli esercizi commerciali. "E’ ora di scendere in piazza tutti uniti sotto la bandiera della lotta per avere un diritto che ci appartiene" conclude Berardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca il medico, pazienti dializzati costretti a spostarsi in un altro comune: "Non se ne può davvero più"
FoggiaToday è in caricamento