menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale Masselli Mascia di San Severo

Ospedale Masselli Mascia di San Severo

Contrordine, si può continuare a nascere a San Severo: il reparto di Ginecologia non chiude. La città esulta

È stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a comunicarlo con una telefonata al sindaco Francesco Miglio. L'attività dell'Unità Operativa prosegue, anche per le emergenze, con 10 infermieri, 6 medici e 10 ostetriche

"Dopo innumerevoli contatti telefonici intercorsi nella mattinata con il Presidente della Regione Puglia ed il Direttore Generale Asl Foggia, mi ha appena chiamato Michele Emiliano per comunicarmi che sarà conservata la operatività del reparto di Ginecologia a San Severo con un contingente di 10 infermieri, 6 medici e 10 ostetriche per far fronte a tutte esigenze di cura (anche d’emergenza) dell’utenza vasta di San Severo e dell’Alto Tavoliere. Sono molto soddisfatto. Ora tutti contro il virus". Lo ha annunciato il sindaco di San Severo Francesco Miglio.

Questa mattina aveva chiesto formalmente, con una missiva indirizzata al Governatore e al Dg Vito Piazzolla, di rivedere il piano di razionalizzazione relativo all'Ospedale Civile Teresa Masselli Mascia per fronteggiare l'emergenza epidemiologica Covid19. Nell'ambito della riorganizzazione temporanea dell’assistenza ospedaliera, disposta il 29 marzo scorso, era stata decretata la chiusura temporanea del Reparto di Ostretricia e Chirurgia e di quello di Pediatria con il conseguente accorpamento all'Ospedale Tatarella di Cerignola, "decisione che ha scosso l'opinione pubblica e la cittadinanza già duramente provata dall'emergenza Covid19", aveva evidenziato il sindaco.

Nella videoconferenza stampa indetta per illustrare la fase due del Piano Ospedaliero Coronavirus della Regione Puglia, il direttore del dipartimento Politiche per la Salute Vito Montanaro aveva riferito che il servizio era stato interrotto per carenza di ginecologi e sarebbe ripartito una volta ristabilito un numero congruo di medici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di Giuseppe Sciarra, regista foggiano vittima di bullismo omofobico quando era bambino: "Per i miei coetanei me lo meritavo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento