Ecco Nao, l'umanoide made in Foggia che favorirà il percorso di crescita dei bambini autistici

Il progetto de 'Il Girasole' tra i vincitori di 'Orizzonti Solidali' 2018, il bando promosso dalla Fondazione in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia - Assessorato al Welfare.

Nao

Favorire un percorso di crescita rivolto ai bambini dai 3 ai 12 anni (sia normodotati che con sindrome dello spettro autistico) ed ai loro genitori, finalizzato a favorire l'integrazione e l'inclusione sociale dei partecipanti.

E’ uno degli obiettivi principali di "NAO - Nuove Abilità e Opportunità", il progetto dell’associazione 'Il Girasole' tra i vincitori di 'Orizzonti Solidali' 2018, il bando di concorso rivolto al terzo settore pugliese promosso dalla Fondazione in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare. Il progetto verrà presentato alla città di Foggia, il prossimo mercoledì 30 gennaio, alle 11, nella Sala Giunta del Comune di Foggia. Interverranno: Cristina Bubici, Psicoterapeuta e referente del progetto; Claudia Lioia, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia; Daniela Balducci in rappresentanza della Fondazione Megamark; la Asl di Foggia e l’Ordine degli Psicologi.

Il progetto si contraddistingue per il suo aspetto innovativo che si concretizzerà nell’impiego della robotica educativa, intesa come scienza che facilita la collaborazione promuovendo le attitudini creative dei bambini nonché la loro capacità di comunicazione, di cooperazione e di lavoro di gruppo. Sarà Nao l'umanoide che, catturando l'attenzione dei bambini destinatari dell'intervento, verrà usato come strumento di mediazione che faciliterà la creazione di relazioni sia fra i bambini che fra essi e gli esperti, contribuendo a stimolare lo sviluppo delle abilità cognitive e delle competenze di tipo sociale.

Oltre al robot NAO, che sarà presente e "lavorerà" con i bambini in tutti i laboratori, saranno utilizzati anche i kit per le discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). A seconda dei gruppi e quindi delle fasce d'età, si impiegherà lo strumento più idoneo utile per sviluppare nei bambini: la capacità di problem solving, la creatività, la coordinazione oculo-manuale; le abilità spaziali e la consapevolezza. Inoltre i bambini più grandi saranno impegnati anche nella costruzione di un robot e nella relativa programmazione mediante Bluetooth, utile per migliorare le capacità di risoluzione dei problemi ed applicare la logica. I dettagli del progetto verranno resi noti durante la conferenza stampa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento