rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La piccola Maya sconfigge la leucemia e suona la campanella: "Abbiamo vinto sorellina!"

La storia della piccola Maya, il rintocco delle campane a Casa Sollievo della Sofferenza e la lettere della sorella più grande

La campanella dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza suona ancora: dopo due anni di terapia la piccola Maya torna a casa, mentre la sorella maggiore, Sofia, con una lettera saluta e ringrazia tutto il reparto: "Per vincere bisogna fare squadra e noi tutti siamo stati una squadra vincente". Come riporta il portale dell'ospedale di San Pio, i genitori della bimba, in seguito ad un esame del sangue, hanno scoperto che la loro bambina, che aveva meno di due anni, aveva una leucemia linfoblastica acuta. "Non ci saremmo mai aspettati di ricevere questa diagnosi, stava bene e non aveva mai avuto sintomi strani". Ricoverata nel reparto di oncologia pediatrica, dopo due anni di controlli e terapie, Maya può tornare a casa.

La lettera della sorella

"Cara sorellina mia, tu se una bimba super forte hai lottato per questa bruttissima malattia e finalmente in questi 2 anni ci sei riuscita. Io ho sempre cercato di darti forza e coraggio e spero di esserci riuscita. Tu mi dai sempre coraggio quando mi viene a mancare, mi proteggi e quando non ho più il sorriso tu me lo fai ritornare. Ti voglio bene e grazie. Io ringrazio tutti quelli che ti hanno aiutata a combattere, prima di tutto il Signore e Angelo Antonio per la sua mano. Ringrazio nonna che ha pregato mattina e sera per te e nonno che ti ha sempre regalato un sorriso con le sue battute, tutte le zie, gli amici che hanno creduto in te a mamma e papa che non ti hanno mollato un secondo facendo di tutto per te, ma soprattutto i dottori e gli infermieri perché ci hanno messo tutto l'impegno per curarti e un domani quando saprai e capirai tutto questo in qualche modo li ringrazierai. Io invece li ringrazio ora per averci aiutato per tutto quello che avete fatto per lei. Grazie di cuore a tutti voi. Bhe Maya ora non capirai cosa sta succedendo ma di sicuro quando ti farai più grande capirai che i dottori che ti hanno curata sono i migliori del mondo. Penso che per vincere bisogna fare squadra e noi tutti siamo stati una squadra vincente. Grazie!"

Video popolari

La piccola Maya sconfigge la leucemia e suona la campanella: "Abbiamo vinto sorellina!"

FoggiaToday è in caricamento