Chirurgia Addominale: il nuovo primario di Casa Sollievo è Francesca Bazzocchi

In Casa Sollievo implementerà la chirurgia robotica e laparoscopica sulle patologie di origine neoplastica e infiammatoria a carico dell’apparato digerente, fegato, vie biliari, pancreas e di tipo endocrinologico

Francesca Bazzocchi

Francesca Bazzocchi è il nuovo primario dell’Unità di Chirurgia Addominale dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza. Proviene dall’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì dove, per venti anni, si è occupata soprattutto di chirurgia oncologica dell’apparato digerente, malattie infiammatorie intestinali, della parete addominale e della milza, di chirurgia laparoscopica avanzata e robotica.

Per l’ACOI, Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani, è docente di chirurgia laparoscopica mini invasiva dal 2007, e dal 2009 di chirurgia robotica. Esperienze e professionalità che, dal 2010 al 2018, le sono valse l’incarico di “alta professionalità” in chirurgia mini-invasiva e robotica dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna.

Dal 2007 in poi ha eseguito più di 250 diverse procedure con il sistema robotico chirurgico. In Casa Sollievo implementerà la chirurgia robotica e laparoscopica sulle patologie di origine neoplastica e infiammatoria a carico dell’apparato digerente, fegato, vie biliari, pancreas e di tipo endocrinologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento