rotate-mobile
Salute

Screening mammografici gratuiti, ma è impossibile confermare l’esame: “Il numero verde non funziona”

La segnalazione di una donna, invitata dalla Regione a sottoporsi a un esame gratuito, che non ha potuto effettuare per l'impossibilità di confermare la prenotazione al numero verde indicato sul sito Puglia Salute

È passato poco più di un mese da quando la Giunta Regionale ha approvato i primi protocolli operativi per la riorganizzazione e il rilancio degli screening oncologici, per garantire una prevenzione efficace, mediante la diagnosi precoce, dei tumori della cervice uterina, del colon retto e della mammella.

Come si legge sul portale di Puglia Salute, il programma di screening interessa le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni per la cervice uterina, le donne tra i 50 e i 69 anni per lo screening mammografico e donne e uomini di età compresa tra i 50 e i 70 anni per il colon retto.

Per quanto riguarda lo screening mammografico, le donne tra i 50 e i 69 anni, sono invitate a sottoporsi all'esame gratuito ? attraverso una lettera di invito ricevuta al proprio domicilio ? presso il centro screening di riferimento indicato nella stessa lettera. ?ln caso di risultato dubbio o positivo ? si legge su Puglia Salute ?, la donna viene presa in carico per tutti gli esami di approfondimento?.

Tuttavia, non mancano le problematiche e le lamentele dell'utenza. ?Ho ricevuto un invito da parte della Regione a presentarmi in data odierna presso il Servizio di radiologia Dss, situato al Poliambulatorio Foggia Area centro (l'ex Inam) di piazza della Libertà. Ho aderito volentieri al programma di screening, ma, volendo comunicare la conferma al numero verde indicato sulla lettera, non ho ricevuto alcuna risposta. Il telefono squillava a vuoto oppure subentrava una voce registrata che mi invitava a riprovare più tardi. Tutto questo è avvenuto per una intera settimana, fino alle 9.30 di questa mattina?, segnala una utente a FoggiaToday.

?Nonostante ciò, mi sono recata presso il servizio di radiologia indicato, forte del fatto che sulla lettera fossero indicate la data e l'ora di prenotazione e certa che, dopo aver spiegato le difficoltà a comunicare la mia conferma, avrei potuto effettuare la mammografia?. Speranze che sono state puntualmente disattese: ?Mi è stato detto che il mio nome non risultava nell'elenco in quanto non avevo confermato la prenotazione. A nulla sono servite le mie spiegazioni sull'impossibilità di contattare un operatore?, commenta amaramente la donna.

L'unica soluzione proposta alla donna è stata quella di inviare una mail per segnalare il problema: ?Con la coda tra le gambe sono tornata a casa. Ho deciso che effettuerò l'esame in una struttura privata, a pagamento, perché ho urgenza di sottopormi allo screening, ma penso a chi ? come me ? ha riscontrato lo stesso problema ricevendo lo stesso trattamento e che non può permettersi di effettuare l'esame a pagamento. Mi auguro che questo disservizio venga presto risolto, soprattutto per venire incontro alle migliaia di donne interessate ad aderire al programma?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Screening mammografici gratuiti, ma è impossibile confermare l’esame: “Il numero verde non funziona”

FoggiaToday è in caricamento