Domenica, 13 Giugno 2021
Salute

Arriva a Foggia il servizio di 'Dialisi domiciliare assistita': sarà fondamentale per i pazienti affetti da uremia terminale

Il progetto si inserisce nell’ottica del Piano Nazionale della Cronicità, approvato nel settembre 2016 dalla Conferenza Stato-Regioni, che ha definito come obiettivi da raggiungere la domiciliarità del paziente in dialisi e come linee di intervento ha proposto modelli di teledialisi assistita

La Giunta regionale ha approvato, in via sperimentale, il progetto di “Dialisi Domiciliare assistita” proposto dall’Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari per il tramite della Clinica Universitaria di Nefrologia, da estendere anche all’Azienda Ospedaliera OO.RR.  di Foggia.
Le risorse complessive necessarie alla realizzazione del progetto, verranno assegnate all’Azienda Ospedaliero Consorziale Policlinico di Bari e all’ Azienda Ospedaliera OORR di Foggia, secondo quanto previsto dal DIEF anno 2021. 

Il progetto si inserisce nell’ottica del Piano Nazionale della Cronicità, approvato nel settembre 2016 dalla Conferenza Stato-Regioni, che ha definito come obiettivi da raggiungere la domiciliarità del paziente in dialisi e come linee di intervento ha proposto modelli di teledialisi assistita.

Nell’ottica di uno sviluppo sempre maggiore della Telemedicina, la dialisi domiciliare tele-monitorata potrà rispondere alle eventuali esigenze di somministrazione della terapia salvavita a numerosi pazienti affetti da uremia terminale determinando un vantaggio netto in termini di costi per il SSN e di netto miglioramento della qualità di vita dei pazienti stessi.
In tale concetto rientra a pieno la  Dialisi Domiciliare assistita, un progetto che, rispetto alle esigenze di programmazione e al vantaggio in termini di salute ed economici, può contare su molte ricadute.

Per quanto concerne la verifica dell’attuazione del Progetto, prevista nell’arco di 24 mesi, si procederà ad un monitoraggio semestrale, mediante apposite riunioni tra gli operatori impegnati e l’Ente finanziatore, sul grado di raggiungimento degli obiettivi prefissati sia in termini quantitativi (numero di utenti previsti per la tipologia d’intervento) sia in termini qualitativi (livello di gradimento delle prestazioni effettuate).

Gli eventuali discostamenti riscontrati rispetto agli obiettivi prefissati comporteranno adattamenti e aggiustamenti nelle metodologie e tecniche di intervento degli operatori impegnati nell’attuazione del Progetto.

La valutazione finale, prevista per la fine della triennalità di attuazione del Progetto, terrà conto, mediante una relazione dettagliata, dei risultati complessivi conseguiti, degli operatori impegnati, dei tempi, dei mezzi e strumenti utilizzati e conterrà la predisposizione del programma e dei costi delle future attività del Progetto “Dialisi Domiciliare assistita”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva a Foggia il servizio di 'Dialisi domiciliare assistita': sarà fondamentale per i pazienti affetti da uremia terminale

FoggiaToday è in caricamento