Salute

Da Unicredit 2,5 milioni per la riconversione dell'Opera Don Uva: "Sosteniamo una delle eccellenze sanitarie della regione"

Erogato dalla banca un finanziamento ad impatto sociale finalizzato a dare continuità alle prestazioni dei poli sanitari di Bisceglie e Foggia, a contribuire al mantenimento degli attuali posti letto e a sostenere un percorso di espansione dell’attività riabilitativa e assistenziale

La società Universo Salute, che gestisce i poli sanitari del Don Uva di Bisceglie e di Foggia, ha ricevuto un finanziamento ad impatto sociale di 2,5 milioni di euro da UniCredit. L’operazione rientra nell’ambito del programma Social Impact Banking di UniCredit, voluto dal Gruppo bancario per sostenere iniziative e progetti realizzati con il chiaro intento di generare impatto sociale positivo e misurabile.

Il finanziamento di UniCredit è finalizzato a sostenere un programma di investimenti connesso alla riconversione complessiva dell’intera struttura che, dopo l’avvenuta autorizzazione anche da parte del Sistema Sanitario Regionale, potrà offrire al territorio nuovi servizi specialistici e nuove attività sanitarie di Medicina generale (Neurologia, Cardiologia, Pneumologia, ecc.), Riabilitazione, Riabilitazione Alzheimer e Demenze correlate, Rsa Geriatrica e Disabili.

La Universo Salute Srl è stata fondata nel 2015 su iniziativa di Paolo Telesforo con l’intento di subentrare, nella proprietà dell’Opera Don Uva, alla Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza, ereditando i principi che hanno ispirato il suo fondatore, Don Pasquale Uva. Tale operazione permise non solo di garantire i livelli occupazionali ma anche di dare continuità ad un’antica e consolidata esperienza nell’ambito dell’assistenza e riabilitazione dei malati mentali e dei soggetti affetti da disabilità fisica, psichica e sensoriale.

L’operazione di Impact Financing è rientrata nella campagna di UniCredit denominata “Vicini alle donne e alle imprese che si occupano di servizi per la famiglia” che prevede, al raggiungimento degli obiettivi sociali dichiarati, l’erogazione di una liberalità da parte di UniCredit di 20.000 euro (pay for success) che Telesforo ha deciso di destinare alla Lega del Filo d’Oro, storica Onlus italiana che si occupa di assistenza, educazione, riabilitazione, di persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, che ha la Sede legale a Osimo (Ancona) ed è presente in 10 regioni d’Italia con sedi territoriali o strutture riabilitative, fra cui l’importante Centro di Molfetta.

Grazie a questa operazione di finanziamento – ha spiegato Annalisa Areni, Regional Manager Sud di UniCredit – sosteniamo una delle eccellenze sanitarie della regione la quale potrà, non solo garantire la continuità del servizio per la cura e riabilitazione dei disturbi psichiatrici, ma anche offrire nuovi servizi specialistici sanitari di alto livello. Desidero esprimere un ringraziamento ai colleghi che hanno lavorato per la buona riuscita dell’operazione che rientra nel programma di Impact Financing di UniCredit Social Impact Banking, finalizzato a finanziare realtà a forte rilevanza sociale e conferma l’attenzione e la vicinanza di UniCredit al territorio pugliese

L’offerta di Impact Financing di UniCredit Social Impact Banking sostiene tutte le imprese profit e non profit con evidenti intenti sociali addizionali e misurabili, nei settori della sanità e assistenza sociale, educazione e formazione, recupero delle periferie e beni o aree restituite al territorio, alloggio sociale e tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, del turismo e dell’agricoltura sociale e a tutto ciò che favorisca l'inserimento lavorativo di categorie svantaggiate. L’offerta propone finanziamenti agevolati e la possibilità per le imprese eleggibili di beneficiare di un “Pay for Success” (sconto di interesse o riconoscimento di una donazione aggiuntiva), al raggiungimento dei risultati sociali dichiarati e di ricevere l’accompagnamento a cura dei volontari di UniGens.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Unicredit 2,5 milioni per la riconversione dell'Opera Don Uva: "Sosteniamo una delle eccellenze sanitarie della regione"

FoggiaToday è in caricamento