rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Salute

Covid, il gioco di Omicron e Pasqua banco di prova. Il virologo Pregliasco non esclude altre varianti

Il virologo Fabrizio Pregliasco questa mattina ha partecipato a un convengno sul Covid nell'aula magna del liceo Lanza a Foggia

Questa mattina il virologo Fabrizio Pregliasco, nel corso di un convegno che si è svolto presso l’aula magna del liceo classico V. Lanza di Foggia, ha avanzato delle previsioni rispetto alla situazione epidemiologica e al ruolo che sta esercitando la sottovariante 'Omicron 2' – “che ha fatto sì che il virus diventasse un raffreddore”. Decisamente più contagiosa soprattutto tra i giovani, per Pregliasco è stata una sorpresa e ci terrà compagnia fino alla fine del mese di maggio “con un momento a rischio concentrato nel periodo pasquale”, ha aggiunto. E infatti Pasqua sarà un importante banco di prova. Spingendosi ancora più in là, Pregliasco non ha escluso altre varianti in vista del prossimo inverno: “Dobbiamo immaginare una presenza endemica del virus ma con andamenti ciclici” ha sottolineato.

All’Adnkronos Salute, sempre nella giornata di oggi, il virologo ha evidenziato che Omicron, se da un lato "ha interrotto quel calo repentino che stavamo vedendo nella nostra quarta ondata, dall'altro lato ci sta facendo un lavoro, seppur sporco: essendo così diffusiva, in fondo fa dei booster naturali ai vaccinati che si infettano e butta la palla in avanti. Nel senso che rinforza e mantiene un elevato numero di persone con anticorpi e protezione immunitaria adeguata, che li protegge per un po'. Questo è il gioco”.

Per il docente dell’Università di Milano “Omicron 2 con la sua elevatissima diffusività e il coinvolgimento ancor più dei giovani, e complice lo sbalzo termico di questa primavera a basse temperature che aiuta i virus respiratori a diffondersi, ha determinato questo rialzo che stiamo vedendo. E' frutto di questo combinato disposto di situazioni e della libertà che un po' ci siamo presi. I modelli matematici ci dicono che purtroppo siamo ancora in una crescita”.

Nei giorni scorsi il direttore sanitario dell’Irccs Galezzi di Milano, a ‘Un giorno da Pecora’ su Radio Rai 1, ha dichiarato che qualora togliessimo le mascherine al chiuso potremmo assistere a una nuova ondata di contagi anche a giugno e luglio. “Vanno mantenute e dovrebbero diventare un accessorio moda per tutti’, vanno usate come si fa con gli occhiali da sole” aveva poi precisato all’Adnkronos Salute.

Nell’ultimo giorno dello stato di emergenza, il 31 marzo, sempre dalle colonne dell’Adnkronos Salute, Pregliasco aveva messo in guardia gli italiani richiamandoli a un forte senso di responsabilità, perché, “così come si fa con il rubinetto dell'acqua calda, che adesso stiamo aprendo stando attenti a non scottarci, questo rubinetto potremmo doverlo richiudere ed è importante dirlo, almeno come ipotesi, sperando che non accada".


 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il gioco di Omicron e Pasqua banco di prova. Il virologo Pregliasco non esclude altre varianti

FoggiaToday è in caricamento