rotate-mobile
Salute San Marco in Lamis

Emergenza sanitaria, la Capitanata non può più attendere. Splendido: "Palese incontri subito la Asl"

Il consigliere regionale della Lega sollecita l'assessore alla Sanità a incontrare la Asl per far fronte alle diverse criticità denunciate dai sindaci della provincia

Quello della carenza di personale nei distretti sanitari della provincia di Foggia (dal Gargano ai Monti Dauni), resta una delle più importanti problematiche che i comuni di Capitanata devono fronteggiare e che la Regione è chiamata quanto prima a risolvere. 

La scorsa settimana il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti è stato audito dalla terza commissione, nella duplice veste di rappresentante del distretto 53 e di sindaco del comune pugliese che in estate accoglie il più grande numero di turisti. Le criticità, in essere tutto l’anno, tendono a dilatarsi quando il comune garganico si trova a dover gestire l’elevato flusso di persone nei mesi più caldi. Il che determina la necessità di potenziare soprattutto il servizio di emergenza urgenza e del servizio di guardia medica. 

Ma il distretto 53 non è il solo a lamentare delle criticità. Anche l’area interna del Gargano palesa carenze di organico. A FoggiaToday il sindaco di San Marco in Lamis Michele Merla (Distretto 52) ha evidenziato i gravi disagi ai quali saranno soggetti i comuni, per la futura mancanza di uno psichiatra territoriale. E sui Monti Dauni la situazione è per certi versi anche più pesante: “Il grido d’allarme sulla carenza di assistenza sanitaria territoriale non può restare inascoltato. Il rischio, altissimo, è quello di negare prestazioni basilari, quando non vitali, ai cittadini foggiani. Chiedo all’assessore regionale alla Sanità Rocco Palese di farsi urgentemente carico della questione”, denuncia il consigliere regionale della Lega Joseph Splendido. 

Splendido pone l’accento proprio sulla prossima mancanza di uno psichiatra territoriale nel distretto 52: “Eventualità da scongiurare data la problematicità dei numeri degli assistiti su questo fronte, a maggior ragione dopo la parentesi pandemica che ha notevolmente acuito lo stato delle cose allargando la platea di chi soffre di disturbi psichici”. 

Secondo l’esponente della Lega non è più il tempo di procrastinare l’allestimento di un tavolo con le Asl per far fronte alle carenze in essere: “È assolutamente necessario che alle dichiarazioni di intenti facciano seguito azioni rapide e concrete. Sono in contatto costante con i territori. Sarà mia premura verificare che i tempi siano stretti e che nessuno scompenso resti inevaso. La medicina territoriale – conclude Splendido – non solo è necessaria, ma risulta di vitale importanza in un’area orograficamente complessa e articolata come quella della Capitanata. O vogliamo aspettare una disgrazia per comprenderne l’urgenza?”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sanitaria, la Capitanata non può più attendere. Splendido: "Palese incontri subito la Asl"

FoggiaToday è in caricamento