rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

"Invitiamo tutte le donne vittime di violenza a farsi avanti”

L’iniziativa – promossa da Fondazione Onda negli ospedali premiati con i Bollini Rosa – vedrà il coinvolgimento del servizio di Psicologia Clinica e dei medici dell’ospedale di San Pio Casa Sollievo della Sofferenza

Porte aperte a ‘Casa Sollievo’ per le donne vittime di violenza. L’ospedale di San Pio ha aderito all’iniziativa organizzata dalla Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, e rivolta agli ospedali inseriti nel network ospedali Bollini Rosa. 

Nella settimana che abbraccia la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sarà possibile accedere gratuitamente ad un colloquio in presenza presso il Servizio di Psicologia Clinica, durante il quale verrà valutato ogni singolo caso di violenza per attivare tutti i servizi e i percorsi disponibili, che potranno comprendere anche un eventuale consulto medico.

“Invitiamo tutte le donne vittime di violenza a farsi avanti”, spiega Giuliana Placentino, psicoterapeuta dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza e già referente del progetto regionale Giada - Gruppo Interdisciplinare Assistenza Donne e Bambini Abusati. “Con le colleghe del servizio di Psicologia Clinica ascolteremo tutte le donne che avranno qualcosa da dirci”.

“Voglio ribadire con forza che la violenza non è solo di tipo fisico o sessuale, ma può essere verbale o di tipo psicologico. Ci sono anche casi di dominio o di eccessivo controllo che perpetuati nel tempo privano le donne di libertà o di autonomia decisionale. Potranno venire anche donne che hanno vissuto episodi di violenza in passato, nella famiglia di origine, o che hanno assistito ad episodi di violenza che possono aver lasciato traumi tutt’ora presenti”, conclude.

A FoggiaToday le testimonianze di Giuliana Placentino, psicoterapeuta di Casa Sollievo e Maria Antonietta Antini, medico del Pronto Soccorso, Irccs Casa Sollievo.

Copyright 2021 Citynews

Video popolari

FoggiaToday è in caricamento