Il 'dono' di mons. Pelvi per il Policlinico Riuniti: un ultracongelatore per le esigenze di contrasto al Covid-19

Il congelatore, del valore di oltre 12mila euro, permetterà la conservazione di plasma e altri materiali biologici di pazienti affetti da Coronavirus, che verranno utilizzati per studi finalizzati ad una migliore conoscenza del virus, della risposta immunologica e dei  meccanismi patogenetici

Immagine di repertorio

Un ultracongelatore, con relativi accessori, del valore complessivo di 12.182 euro, è stato donato dall’arcivescovo metropolita di Foggia – Bovino, mons. Vincenzo Pelvi, alla Struttura complessa di Malattie infettive universitaria del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta dalla Prof.ssa Teresa Santantonio.

L’iniziativa rientra tra quelle a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. “Ringrazio, a nome mio e di tutta la direzione strategica, mons. Vincenzo Pelvi, per questo gesto di grandissima generosità e solidarietà a sostegno del Policlinico Riuniti di Foggia nell’ambito dell’emergenza Covid-19 e della ricerca”, spiega il direttore generale Vitangelo Dattoli.

“In un momento storico impegnativo per tutti, queste attestazioni di solidarietà, di amicizia e di affetto rappresentano per noi una spinta ad operare con sempre maggiore vigore ed entusiasmo per un impegno e per un upgrade dello sviluppo per il futuro della nostra struttura”.

“Esprimo la mia gratitudine all’arcivescovo Pelvi per questa donazione che rappresenta una risorsa importante per la nostra attività di ricerca”, continua Teresa Santantonio, direttore della Struttura complessa di Malattie infettive universitaria. “Il congelatore permetterà una idonea conservazione di plasma e di altri materiali biologici di pazienti affetti da Covid-19 che verranno utilizzati per studi finalizzati ad una migliore conoscenza del virus, della risposta immunologica e dei  meccanismi patogenetici”.

“Queste ricerche contribuiranno ad ottimizzare la gestione clinica e terapeutica dei pazienti e a contrastare la diffusione della corrente pandemia. E’ di grande conforto per noi avvertire la presenza fattiva della Curia che con questo gesto esprime collaborazione, vicinanza emotiva e fiducia nella nostra struttura, riferimento infettivologico per l’area della Capitanata e delle regioni confinanti”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento