Sabato, 15 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'alcol di contrabbando diventa sanificante per gli ospedali: le fiamme gialle donano 8mila litri di prodotto sequestrato

Promossa la cessione di 8.000 litri di alcool etilico per la produzione in house di prodotti per la sanificazione di ambienti ospedalieri e laboratori clinici. Enti beneficiari, gli ospedali 'Casa Sollievo della Sofferenza’ e Policlinico Riuniti di Foggia, insieme all’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata

Ancora una donazione di alcool etilico, sequestrato dalle fiamme gialle di Capitanata, devoluto agli ospedali per essere trasformato in gel sanificante durante la pandemia da Covid-19.

Il Comando provinciale di Foggia e l’Ufficio delle Dogane di Foggia, su autorizzazione della Procura di Foggia, hanno promosso la cessione all’ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenza’ di San Giovanni Rotondo, al Policlinico Riuniti di Foggia e all’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata, di 8.000 litri di alcool etilico per la produzione in house di prodotti per la sanificazione di ambienti ospedalieri e laboratori clinici.

Il prodotto devoluto a titolo gratuito proviene da un ingente sequestro penale eseguito nel 2020 dai finanzieri della Compagnia di Manfredonia nel corso di un’operazione di polizia, coordinata dalla Procura dauna, a contrasto del traffico illecito di prodotti alcolici immessi in commercio nella provincia di Capitanata senza assolvere le imposte dovute (Iva e Accise).

Nel dettaglio, sono stati donati 5.000 litri all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo; 2.000 litri al Policlinico Riuniti di Foggia e il restante all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata.

Questa cessione di alcool, che segue ad altre realizzate nel 2020 dopo la dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid 19, conferma la sensibilità e l’attenzione delle citate Istituzioni dello Stato verso lo sforzo operativo delle strutture ospedaliere che insistono sul territorio.

Medici, infermieri e operatori socio sanitari, impegnati in prima linea contro la pandemia da Covid-19, devono essere messi nelle condizioni ideali per poter operare in massima sicurezza, nell’interesse degli assistiti e dell’intera collettività.

Si parla di

Video popolari

L'alcol di contrabbando diventa sanificante per gli ospedali: le fiamme gialle donano 8mila litri di prodotto sequestrato

FoggiaToday è in caricamento