rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Salute Cerignola

Sul 'Tatarella' le garanzie della Asl Fg. Nigri: "Il futuro è nelle mani della Regione"

Oltre al presidio di polizia e al potenziamento dell'area parcheggi, sarà ultimato il nuovo laboratorio di analisi, che renderà più adeguati anche gli spazi del pronto soccorso

Il futuro del 'Tatarella' di Cerignola non è a rischio, anzi. E sulle criticità emerse nel corso del consiglio comunale monotematico svoltosi ieri mattina, non manca l'impegno della Asl, come ha dichiarato a FoggiaToday il direttore generale Antonio Nigri. "Il futuro è roseo, sapendo che va costruito ogni giorno e ognuno di noi deve dare il proprio contributo". Con il Comune, intanto, si lavora in totale sinergia. A conferma di ciò ci sono alcuni progetti - già annunciati ieri dal sindaco Bonito - come quello riguardante l'apertura di un punto ristoro o il potenziamento del servizio di sorveglianza delle aree di parcheggio e dei servizi di ristorazione posti all'interno del presidio: "Se la squadra c'è anche le grandi imprese si possono realizzare".

Tuttavia, serve l'impegno di tutte le istituzioni, a cominciare dalla Regione Puglia: "Il futuro del 'Tatarella' è nelle mani della Regione. La pianificazione dei servizi sanitari ospedalieri sul territorio compete alla Regione che ha sancito da tempo che il 'Tatarella' è un presidio di primo livello con le discipline che sono incardinate nella pianificazione regionale", puntualizza Nigri. Anche il Comune dovrà fare la sua parte: "Mi auguro che il Consiglio comunale si sia anche chiesto che cosa possa fare per il presidio. Mi sarebbe piaciuto chiedere che cosa il bilancio di Cerignola dà al 'Tatarella'".

Un ospedale che rappresenta un "valore aggiunto" per il territorio, non solo provinciale, alla luce della posizione del comune ofantino, al confine con la Bat: "Ha una mobilità attiva importante. Nel presidio ci sono diverse eccellenze, non solo nei direttori di struttura complessa, ma anche nelle direzioni e nel comparto. Va sostenuto in un momento di carenza di medici che è a livello nazionale e si ripercuote sul territorio provinciale".

Problematiche "soverchianti che vanno anche al di là delle nostre capacità", ha aggiunto Nigri, ma sulle quali l'impegno quotidiano è massimo. Si affida alla diplomazia nel replicare alle critiche del consigliere regionale De Leonardis, in merito alla sua assenza al consiglio monotematico: "Ho chiesto scusa ai consiglieri e al sindaco perché sopraggiunti impegni mi hanno tenuto lontano dal consiglio comunale. Ho rimarcato piena disponibilità a incontrare ad horas la delegazione consiliare, perché gli impegni emersi dal Consiglio siano rapportati a me in maniera plurale, rappresentativa dell'intero consiglio in modo tale che ne possa fare carico insieme a loro. L'impegno giornaliero non viene mai meno. Le polemiche, soprattutto con taglio politico, sono il sale della democrazia ed è giusto che ci siano e che rappresentino uno sprone, un sollecito le prendo per essere sempre più sul pezzo".

Intanto, i prossimi mesi saranno cruciali per l'ultimazione di alcuni lavori fondamentali: "Siamo impegnati a portare a termine quelli per il nuovo laboratorio di analisi. Entro giugno contiamo di inaugurare i nuovi locali". Lavori determinanti perché produrranno benefici anche per altri settori: "Come un puzzle che si incastra, significa ampliare gli spazi da destinare al pronto soccorso, che rappresenta una vera e propria criticità del presidio per la sicurezza degli operatori, dei pazienti, ma anche per l'accoglienza di chi accompagna i pazienti". Spazi più adeguati che rappresentano "un punto in più" per il 'Tatarella', che da pochi giorni può beneficiare anche della presenza della polizia di Stato a supporto del presidio della Locale: "Il Questore e il Prefetto hanno mostrato grande sensibilità e li ringrazio. È importante anche che chi si avvicini al presidio sappia che nulla accadrà alla propria auto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul 'Tatarella' le garanzie della Asl Fg. Nigri: "Il futuro è nelle mani della Regione"

FoggiaToday è in caricamento