A Orsara e Bovino test sierologici e screening diabete per tutta la cittadinanza: l’iniziativa dei Lions Monti Dauni

I test saranno gratuiti per i minori e i diversamente abili. Per il resto della cittadinanza è richiesto un contributo di 15 euro

Sabato 14 novembre, i cittadini orsaresi avranno la possibilità di sottoporsi al test sierologico Covid-19 e allo screening diabete da sangue capillare. L’iniziativa, sostenuta dalle Amministrazioni comunali di Bovino e di Orsara di Puglia, è organizzata dai Lions Club Monti Dauni Meridionali nell’ambito della Giornata Mondiale del Diabete. I test saranno effettuati il 14 novembre, dalle ore 16 alle ore 19, all’interno del Centro Anziani di Via di Vittorio. E’ necessaria la prenotazione, da effettuare contattando il 340.3522897 e il 345.573343. Per la prestazione è previsto un costo di 15 euro a titolo di mero rimborso-spese per l’acquisto dei kit e dei materiali sanitari occorrenti. Non dovranno pagare nulla, invece, i minori compresi nella fascia d’età tra i 6 e i 17 anni e i disabili di ogni età. L’orario indicato sarà suddiviso in fasce di 30 minuti durante i quali i test saranno effettuati in ordine di arrivo, dando priorità ad anziani e disabili. I test saranno erogati da personale medico. Saranno utilizzati test monouso per Covid-19.

“Abbiamo subito aderito all’iniziativa dei Lions Club Monti Dauni Meridionali”, ha spiegato il sindaco Tommaso Lecce, “perché la troviamo oltremodo utile nel sensibilizzare i cittadini e nel promuovere concretamente la prevenzione, il contenimento e la cura sia del Covid-19 sia del diabete. A Orsara di Puglia abbiamo poche persone contagiate e chi sta osservando un periodo di quarantena lo sta facendo con scrupolo e attenzione. Le prossime settimane e i mesi che abbiamo davanti non saranno facili, per questo dobbiamo riuscire ad attivare e a praticare ogni azione utile a contrastare l’ulteriore diffusione del contagio”, ha aggiunto il sindaco di Orsara di Puglia. “In questo momento, il nostro pensiero deve essere rivolto a chi sta affrontando gli effetti del contagio e a quanti affrontano quotidianamente ogni altro tipo di patologia. La salute è allo stesso tempo un bene e un diritto che è prioritario su tutto il resto. Le speranze suscitate dagli enormi passi in avanti compiuti dalla ricerca per un vaccino anti-Covid ci restituiscono un orizzonte più fiducioso per il prossimo futuro, ma non dobbiamo dimenticare che, al momento e per i prossimi mesi, dobbiamo continuare a lottare contro la diffusione del virus con gli unici strumenti attualmente a disposizione: distanziamento, igienizzazione delle mani e sanificazione dei luoghi in cui viviamo e lavoriamo, scrupoloso rispetto dei norme e indicazioni contenute nei DPCM in vigore. Facciamolo per noi stessi e per le persone a noi care: evitiamo gli assembramenti e i contatti con persone che non facciano parte del nostro più ristretto nucleo familiare e abitativo, usciamo di casa solo e soltanto per le necessità realmente fondamentali”, ha concluso il sindaco di Orsara di Puglia Tommaso Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento