Giovedì, 21 Ottobre 2021
Salute

Monitoraggio Iss, continua la discesa dei casi: in Europa la Puglia è tra i territori con la minore incidenza

Anche questa settimana diminuiscono i contagi e i tassi di ospedalizzazione. Brusaferro: "Nella mappa europea si iniziano a vedere molte zone verdi e la curva continua a decrescere in tutte le fasce d'età". Secondo la mappa dell'European Centre for Disease Prevention and Control la Puglia è tra le regioni "verdi" e tra quelle con l'incidenza più bassa

Anche il Report di monitoraggio di questa settimana evidenzia una diminuzione dei casi in tutta Italia. Come evidenzia il report dell'Istituto Superiore di Sanità "la trasmissibilità stimata sui casi sintomatici e sui casi con ricovero ospedaliero è sempre sotto la soglia epidemica". 

L'incidenza, che la scorsa settimana era di 39 casi per 100mila abitanti, è scesa ulteriormente attestandosi sui 34 casi, dunque, abbondantemente sotto la soglia dei 50 casi il che consente il controllo della trasmissione attraverso l'identificazione dei casi e il tracciamento dei loro contatti. 

Stabile l'indice rt, pari a 0,86, anch'esso sotto la soglia epidemica, così come l'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero, fermo a 0,80. 

Si osserva, inoltre, un ulteriore lieve calo del tasso di occupazione dei posti letto sia in terapia intensiva (4,8%) che nei reparti di area non critica (5,1%). Per quel che concerne le terapie intensive (dati aggiornati al 5 ottobre) si osserva una riduzione di 26 presenze (da 459 a 433), mentre in aree mediche si registrano quasi 500 ricoverati in meno (da 3418 a 2968).  

Sono 17 le regioni classificate a basso rischio, 4 le regioni-province autonome a rischio moderato, ovvero le province di Bolzano e Trento, Valle d'Aosta e Basilicata. Basilica e Trento sono le uniche tra le 21 regioni-province autonome a riportare una allerta di resilienza. Anche questa settimana non si rilevano molteplici allerte. 

"In diminuzione il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (5.903 vs 7.070 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in lieve diminuzione (33% vs 34% la scorsa settimana). È in aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (47% vs 45%). Resta stabile la percentuale di casi diagnosticata attraverso attività di screening (21% vs 21%)".

Per quel che concerne le varianti, la Delta rappresenta ormai la quasi totalità dei nuovi casi in Italia e risulta anche dominante nel resto dell'Unione Europea: "Una più elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria, in particolare nelle categorie a rischio, rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti", si legge nel report. 

"Nella mappa europea si iniziano a vedere molte zone verdi, e in Italia l'andamento della curva è molto controllato e la curva continua a decrescere in tutte le fasce d'età", ha dichiarato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro nel corso della conferenza stampa di presentazione dei dati del Monitoraggio. 

La mappa europea conferma il calo dei contagi in Puglia, una delle nove regioni-province autonome colorate di verde, ovvero con l'incidenza e il tasso di positività più bassi. La Puglia è inoltre, insieme a Molise e Sardegna, l'unica regione che negli ultimi 14 giorni ha fatto registrare una incidenza complessiva inferiore ai 50 casi per 100mila abitanti.

2021w38_39_COVID19_EU_EEA_Subnational_14d_Attack_Rate-2

Come riportano gli indicatori decisionali della Cabina di Regia, per la sesta settimana di fila si osserva una riduzione dell'incidenza in Puglia, passata da 23,8 a 21 casi per 100mila abitanti. Rispetto al precedente periodo, si sono registrati 110 casi in meno (da 935 a 825) a fronte di circa 50 tamponi in più (90942 vs 90397) con un tasso di positività inferiore all'1%.

Incidenza in Puglia-2

A livello locale, in Capitanata si è registrato un lieve aumento della incidenza, verosimilmente determinato dal recente focolaio rilevato a San Nicandro. Tuttavia, il numero di nuovi positivi per 100mila abitanti resta stabile sotto i 30 casi. Tutte le altre province riportano una incidenza sotto i 20 casi. In diminuzione anche il dato dei ricoverati, oggi scesi a 155, il dato più basso degli ultimi 54 giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monitoraggio Iss, continua la discesa dei casi: in Europa la Puglia è tra i territori con la minore incidenza

FoggiaToday è in caricamento