Nessun caso di coronavirus in Puglia: pianificato arrivo da Wuhan di alcuni cittadini. "Mi sento di tranquillizzare tutti"

Le parole del sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, in un'intervista a InBlu Radio. Sospetti casi di infezione in Puglia, escluso che possa trattarsi di infezioni da nuovo coronavirus.

Coronavirus analisi, foto Ansa

Il dipartimento Salute della Regione Puglia, in relazione ai casi sospetti di infezione da 2019-nCoV verificatisi in Puglia negli ultimi giorni, informa che le indagini tempestivamente eseguite dal Laboratorio di Epidemiologia Molecolare e Sanità Pubblica della UOC Igiene Policlinico di Bari (già laboratorio di riferimento per le emergenze infettive) consentono di escludere che si tratti di infezioni da nuovo coronavirus. 

I campioni sono stati comunque inviati, come da indicazioni ministeriali e della task force della Regione Puglia, all’Istituto Superiore di Sanità da cui si attende, nei prossimi giorni, la conferma definitiva, in considerazione dei tempi tecnici necessari per eseguire tali indagini di conferma.

Nelle prossime 24 ore saranno rimpatriati 60 italiani che stanno a Wuhan, mentre 15 di loro devono ancora decidere cosa fare perché sono persone con un matrimonio misto”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, in un'intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei, in merito al coronavirus.

“Per tutti loro vale la situazione della asintomatologia – ha aggiunto Zampa - quindi non risultano infetti. Comunque rientreranno con un volo militare. Questi connazionali verranno sottoposti agli accertamenti al loro arrivo. Sono originari del Lazio, Abruzzo, Piemonte, Veneto, Campania, Puglia, Molise e Lombardia. Il loro arrivo era già stato pianificato ed è questione di poche ore”.

“Già ora – ha ribadito Zampa a InBlu Radio - risultano non infetti. È evidente che per la loro tutela e anche per la nostra saranno fatti gli accertamenti del caso. Mi sento di tranquillizzare tutti. Mi spiace dirlo ma credo che anche la stampa e l'informazione italiana abbiano contribuito alla psicosi”.

“L'Italia – ha concluso Zampa a InBlu Radio - resta il Paese dove non c'è in Europa alcun caso, abbiamo un sistema di controlli che nessun altro Paese ha predisposto in maniera così rapida. Tutti i giorni al ministero c'è una task force e il ministro è stato sempre presente, non ne ha saltata una”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento