Lotta al Covid: la Puglia richiama in corsia medici e infermieri in pensione

L’avviso della Asl Bari, in accordo con il dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, mira a richiamare in attività risorse umane esperte, la cui collaborazione potrà risultare molto utile per fronteggiare i crescenti bisogni derivanti dall’andamento pandemico.  

L’esperienza e le competenze di medici e infermieri in pensione al servizio della Puglia. E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 153 del 3 novembre 2020, l’avviso unico regionale con il quale la Asl Bari ha avviato una procedura d’urgenza, estremamente snella e veloce, per il reclutamento di nuovo personale da richiamare temporaneamente in corsia.

L’obiettivo, nel quadro della strategia di contrasto all’emergenza Covid-19, è acquisire nel più breve tempo possibile manifestazioni dl interesse per il conferimento di incarichi in regime di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa.

Potrà partecipare il personale sanitario collocato in quiescenza, già inquadrato, al momento della cessazione, in diversi profili professionali: dirigente medico, medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, specialista ambulatoriale e Cps infermiere.

Al termine dell’iter saranno costituiti appositi elenchi, suddivisi per profili professionali e ambito territoriale di preferenza, dai quali le aziende ed enti del Servizio Sanitario Regionale della Regione Puglia potranno attingere personale per svolgere attività assistenziali nelle proprie strutture.

L’avviso della Asl Bari, in accordo con il dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, mira a richiamare in attività risorse umane esperte, la cui collaborazione potrà risultare molto utile per fronteggiare i crescenti bisogni derivanti dall’andamento pandemico.  

Tra i criteri di selezione, assieme alla dichiarata disponibilità alla decorrenza immediata della prestazione lavorativa e tenuto conto della data di quiescenza più recente, sarà accordata un’eventuale priorità per chi abbia maturato esperienza nell’ambito dell’area dell’emergenza, della terapia intensiva e delle altre linee di attività assistenziali direttamente connesse all’emergenza Covid-19.

Ai candidati selezionati sarà conferito un incarico per la durata non superiore a 6 mesi e, comunque, non oltre il termine dello stato di emergenza. Per partecipare è necessario produrre l’istanza di disponibilità in via telematica compilando obbligatoriamente il form on-line disponibile al seguente link o rintracciabile nella sezione concorsi del sito internet istituzionale​,  allegando il curriculum vitae aggiornato e autocertificato e copia di un documento di identità in corso di validità. La procedura di compilazione delle domande dovrà essere effettuata entro e non oltre le ore 23.59 del 5° giorno dalla data di pubblicazione del bando sul Burp.

In ogni caso, in relazione all’evolversi dello stato emergenziale, i termini di presentazione della domanda sono da considerarsi comunque aperti sino al 31 dicembre 2020, per cui le domande pervenute successivamente alla scadenza saranno prese in considerazione in caso di necessità assistenziali connesse all’emergenza sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento