Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non ci spaventa la vaccinazione di massa". Il 'Riuniti' corre ai ripari in vista della terza ondata Covid: "Il policlinico non sarà affollato"

Il punto di Lopalco e Piemontese sulla gestione dell'emergenza Coronavirus, in occasione dell'inaugurazione della struttura campale Obi, con 20 ulteriori posti di Subintensiva a Foggia. "Ma resta difficile reperire medici e anestesisti"

Attivata questa mattina, al Policlinico Riuniti di Foggia, la struttura campale Obi, con 20 posti letto di Subintensiva. Una struttura che si rivelerà fondamentale in caso di terza ondata da Covid-19 (così come nelle previsioni).

Ad inaugurare il nuovo modulo ospedaliero, c'era l'assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco, impegnato in queste settimane sul fronte dell'organizzazione della campagna vaccinale anti-Covid: "Stiamo aspettando dal Governo centrale l'agenda degli arrivi dei nuovi lotti, sulla scorta della quale potremo disporre il modulo organizzativo. Non ci preoccupa fare un vaccino di massa", assicura. "Ma dobbiamo essere sicuri che tutti si sottopongano al vaccino".

Emergenza Covid, il Riuniti si attrezza per l'eventuale terza ondata

Lopalco smorza le remore legate alla gestione di un flusso così alto di utenti: "Per il vaccino anti-influenzale - cita a mo' di esempio - siamo riusciti a distribuire 1milione e 200mila dosi in poco più di un mese". Il precedente vale come prova di successo. A preoccupare maggiormente - e ancor di più in caso di possibile terza ondata - è la mancaza di medici e operatori sanitari da assoldare in caso di emergenza. "E' il nodo della sanità in Italia", spiega il vice-presidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese.

"E' la follia di un paese che ha messo il 'numero chiuso' alle facoltà di Medicina e poi cerca medici all'estero L'emergenza non riguarda, oggi, solo il numero di posti letto, ma il numero del personale. Intanto, come Regione Puglia, abbiamo sbloccato le assunzioni per oss e infermieri, ma in troppi casi c'è difficoltà a trovare medici. Qui, al 'Riuniti' abbiamo potenziato il policlinico con ulteriori 20 posti letto di Subintensiva, che si uniscono agli altri 46 posti letto. In caso di terza ondata Covid, quindi, il Policlinico Riuniti non sarà affollato" | IL VIDEO

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

"Non ci spaventa la vaccinazione di massa". Il 'Riuniti' corre ai ripari in vista della terza ondata Covid: "Il policlinico non sarà affollato"

FoggiaToday è in caricamento