Coronavirus, attivata 'seconda linea' di intervento al Riuniti: nasce maxi reparto post-acuzie da 75 posti

Allestiti posti letto per l’approfondimento dello stato clinico dei pazienti che, nonostante l’esito negativo del tampone, presentino un quadro clinico rappresentativo Covid. Difatti, ci sono stati casi in cui si è verificata una positivizzazione successiva ad un primo esito negativo

Immagine di repertorio

Parte la 'seconda linea' del Policlinico Riuniti di Foggia, hub ospedaliero della provincia foggiana per l’emergenza epidemica Covid-19. Dopo aver attivato, sotto il profilo logistico - funzionale eorganizzativo le aree e i percorsi che hanno caratterizzato la ‘prima linea’, si è provveduto ad attivare la cosiddetta ‘seconda linea’.

In cosa consiste? In 14 posti letto in camera singola nel reparto di Medicina interna Covid (assimilato a Malattie infettive) del 3^ padiglione (pronto soccorso - rianimazione) per l’approfondimento dello stato clinico dei pazienti che, nonostante l’esito negativo del test tampone, presentino un quadro clinico rappresentativo Covid. Difatti ci sono stati casi in cui si sia verificata una positivizzazione successiva ad un primo esito negativo.

Coronavirus: rivoluzionato il Policlinico Riuniti

Altri 10 posti letto sono presenti nel reparto di Medicina d’urgenza del 3^ padiglione dove sostano i pazienti in attesa del risultato del tampone;  35 posti letto nei reparti Pneumologia del D’Avanzo: due moduli di post-acuti per seguire i protocolli di osservazione dei pazienti prima di essere definitivamente dimessi dopo l’esito negativo di due tamponi consecutivi. Presto sarà attivo il grande sito post acuzie di circa 75 posti attiguo al padiglione di Malattie infettive nella sede del Poliambulatorio che in questi giorni sarà liberato dai residui servizi presenti.

La prima linea è sempre attiva. Afidato al pronto soccorso il pre-triage, il percorso dedicato Covid e la medicina d’urgenza Covid, per poi ricoverare presso le aree per acuzie come già individuate (Malattie infettive - 53 posti letto con tecnologie che giungono fino alla elevata assistenza per pazienti internistici; Pneumologia - 37 posti letto con camere a pressione negativa, settori di terapia intensiva respiratoria e tecnologia per fronteggiare i ricoveri e le emergenze respiratorie; Rianimazione - 34 posti letto di terapia intensiva con tutte le tecnologie di tipo interventistico per i casi più gravi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento