Coronavirus, allarme per i pazienti oncoematologici: "Non possiamo dimenticarci di loro"

Appello dell'Ail: "In questo periodo siamo tutti Covid-19, ma i pazienti oncoematologici lo sono ancora di più. Sono necessarie misure atte a contrastare l’emergenza sanitaria vissuta da questi pazienti"

La diffusione del Coronavirus Covid-19 continua a non arrestarsi in Italia e riguarda un numero sempre più alto di persone ormai in tutte le regioni. Ma tra coloro che rischiano maggiormente ci sono i pazienti oncoematologici che, a causa delle loro condizioni di salute, hanno maggiori possibilità di contrarre il virus perché immunodepressi, oltre ad andare incontro a un andamento più severo della malattia. All’interno di questo gruppo di pazienti un ulteriore fattore di rischio è rappresentato dall’aver ricevuto, nel mese precedente all’infezione, trattamenti chemioterapici e/o chirurgici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo, sono necessarie misure atte a contrastare l’emergenza sanitaria vissuta da questi pazienti. A lanciare l’allarme è Celestino Ferrandina, Direttore f.f. dell'Ematologia del Policlinico Riuniti di Foggia e Presidente dell’Ail Foggia. “È vero che siamo tutti Covid-19 in questo periodo ma i pazienti oncoematologici lo sono ancora di più – sottolinea Ferrandina –. Non possiamo e non dobbiamo dimenticarci della loro condizione, che merita assoluta attenzione e cautela da parte di tutti, a cominciare dalle istituzioni. Ogni giorno vedo sul volto di questi pazienti la paura per ciò che potrà accadere e la ricerca disperata di aiuto. Il personale sanitario è allo stremo e la situazione peggiora di ora in ora. Per cui con questo messaggio mi faccio portavoce di tutti questi pazienti e chiedo alle istituzioni maggiore attenzione per fare il possibile preservando maggiormente la loro condizione di salute. Serve maggiore collaborazione da parte di tutti e senso di responsabilità. Parliamo di vite umane, non di numeri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento