rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Salute

A Foggia il punto sulle nuove frontiere dell’oncologia personalizzata

Il convegno, in programma al 'Riuniti', ha lo scopo di fare il punto sullo stato dell’arte della medicina di precisione in oncologia, focalizzandosi sulle recenti acquisizioni degli studi clinici e della ricerca translazionale e valutando le prossime strategie di sviluppo dei trattamenti oncologici, per integrare i risultati della ricerca con la clinica in differenti tipi di tumori

Il punto sulle nuove frontiere dell?Oncologia personalizzata. E? il tema del congresso che si terrà il prossimo 9 giugno, con inizio alle 14.30, e il 10 giugno con inizio alle 9, nella aala Turtur del Policlinico Riuniti di Foggia. Il tema dell?evento sarà ?Le nuove frontiere dell?oncologia personalizzata: dai target molecolari ai nuovi trattamenti?, il cui responsabile scientifico è il prof. Matteo Landriscina, a capo dell?Usd a direzione universitaria di oncologia medica e terapia biomolecolare del Policlinico Riuniti.

Il convegno ha lo scopo di fare il punto sullo stato dell?arte della medicina di precisione in oncologia, focalizzandosi sulle recenti acquisizioni degli studi clinici e della ricerca translazionale e valutando le prossime strategie di sviluppo dei trattamenti oncologici, per integrare i risultati della ricerca con la clinica in differenti tipi di tumori.

La giornata del 9 giugno sarà incentrata sulle problematiche della caratterizzazione molecolare dei tumori, i test molecolari ed i nuovi farmaci a bersaglio molecolare, quali nuove frontiere per migliorare gli attuali standard terapeutici in oncologia. Uno spazio particolare sarà dedicato alla prevenzione nell?era della medicina di precisione, tematica che sarà sviluppata avvalendosi anche della partecipazione della medicina territoriale e delle associazioni dei pazienti.

La seconda giornata del congresso sarà incentrata sulle due principali strategie terapeutiche emergenti in oncologia medica, l?immunoterapia e le terapie a bersaglio molecolare, e sul loro impatto nelle principali neoplasie, con particolare attenzione ai tumori genitourinari, della mammella e del distretto ginecologico, del polmone e dell?apparato gastrointestinale.

Interverranno numerosi relatori di profilo internazionale provenienti da diverse Università e Centri di ricerca italiani, creando così l?occasione per dibattere le principali problematiche dell?oncologia medica e approfondendo gli aspetti scientifici e le problematiche clinico-assistenziali.

?Un obiettivo importante dell?evento ? ha dichiarato il prof. Landriscina - è favorire e rafforzare le collaborazioni scientifiche e cliniche tra gli oncologi medici del nostro Policlinico ed i ricercatori che lavorano in importanti Centri oncologici italiani per migliorare i percorsi assistenziali per i nostri pazienti e per potenziare la ricerca clinica e traslazionale che si svolge nella nostra università?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Foggia il punto sulle nuove frontiere dell’oncologia personalizzata

FoggiaToday è in caricamento