menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Reparto Covid Pneumologia del D'Avanzo

Reparto Covid Pneumologia del D'Avanzo

Piovono guarigioni a Foggia: reparti Covid chiudono tra i festeggiamenti, sette pazienti in Malattie Infettive e nessuno in Rianimazione

Sono nove i pazienti ricoverati in acuzie e cinque pazienti in post acuzie, cioè guariti clinicamente, della Pneumologia del D’Avanzo. Mentre sono sette i pazienti ricoverati nel reparto di Malattie Infettive universitaria e nessun paziente è ricoverato in Rianimazione

foto reparto Covid vuoto-2Foto Prof.ssa Foschino e Prof. Lacedonia-2Al Policlinico Riuniti di Foggia continua il trend positivo di guarigione che viene confermato anche nella fase acuta della malattia. Chiusi due reparti di Pneumologia Covid per acuzie dell’ospedale D’Avanzo del Policlinico Riuniti di Foggia. Ad oggi dei tre reparti di Pneumologia riservati a pazienti Covid, in condizioni cliniche più gravi è attivo un solo reparto di Pneumologia Covid per acuzie, mentre dei due reparti per i pazienti che hanno superato la fase acuta è attivo un solo reparto per post acuzie.

Attualmente nove sono i pazienti ricoverati in acuzie e cinque pazienti in post acuzie, cioè guariti clinicamente, della Pneumologia del D’Avanzo. Mentre sono sette i pazienti ricoverati nel reparto di Malattie Infettive universitaria e nessun paziente è ricoverato in Rianimazione.

Buone notizie, quindi, che sono un raggio di luce dopo giorni difficili: “La chiusura di due dei tre reparti di Pneumologia Covid è il risultato di un grande lavoro di squadra di tutto il personale sanitario che ringrazio ed è un messaggio di speranza che ci ripaga di tutti gli sforzi fatti negli ultimi mesi – ha dichiarato il direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia dott. Vitangelo Dattoli. E’ stato un periodo molto impegnativo sotto tutti i punti di vista in cui c’è stato bisogno, oltre a tutte le competenze possibili rispetto a questa malattia dalle tante sfaccettature, anche dell’umanità, di incoraggiamento, di ascolto e della grande dedizione di tutto il personale”.

Unanime è stata la gioia e la commozione di tutti gli operatori sanitari del reparto.

“Questa emergenza è stata una esperienza professionale e umana veramente unica per la variabilità della presentazione clinica, per i livelli di gravità, per la diversa risposta ai farmaci che hanno richiesto sicuramente competenza e continui e quotidiani aggiornamenti. Abbiamo combattuto questa battaglia tutti insieme, condividendo con i pazienti le paure e le preoccupazioni, ma anche la grande volontà ad impegnarsi per vincere questa battaglia – ha spiegato la prof.ssa Maria Pia Foschino, direttore della struttura complessa di Malattie dell’apparato respiratorio universitaria e del dipartimento di Medicina Specialistica.

“Questi giorni non sono stati facili per nessuno, ma sono stati l’occasione per fare squadra per poter affrontare e sconfiggere in piena sinergia un nemico comune con la scienza e l’umanità nel nostro lavoro quotidiano” ha dichiarato Donato Lacedonia, prof. associato della struttura complessa di Malattie dell’Apparato Respiratorio universitaria.

“Ricordo l’invito a fare attenzione e a rispettare le regole perché solo così potremo vincere tutti insieme questa importante partita” – ha concluso il Direttore Generale del Policlinico Riuniti di Foggia Dott. Vitangelo Dattoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento