Salute

In migliaia a caccia del vaccino, sito della Regione in tilt: dal 12 aprile dosi da 79 ai 60 anni, 30mila i foggiani 'immunizzati'

Le prenotazioni per anno di nascita - partite oggi alle 14 - si concluderanno il 18 aprile. Dal 12 aprile cominceranno le somministrazioni dei vaccini

Sito della Regione 'La Puglia ti vaccina' in tilt all'apertura delle adesioni alla campagna vaccinale per fasce di età. Si sarebbe registrata anche una coda di 10mila persone, smaltita in più di un'ora. Le prenotazioni - partite oggi alle 14 - si concluderanno il 18 aprile.

"In questo momento, come te, un elevato numero di persone sta accedendo al portale istituzionale. Il limite degli accessi preserva il regolare funzionamento del portale. Se sei in coda per accedere a La Puglia ti vaccina ti ricordiamo che le persone nate nel 1942 e nel 1943 possono aderire alla campagna da oggi sino al 10 aprile.

VACCINI FASCIA ETA' 79-60 ANNI

Per le persone da 79 a 60 anni il sistema sanitario regionale ha definito il calendario di offerta vaccinale, procedendo in ordine di anzianità e sulla base della disponibilità dei vaccini. Non è necessario prenotare: chi vuole vaccinarsi deve soltanto accedere al servizio e confermare la propria adesione per visualizzare data e luogo dell'appuntamento.

Dal 31 marzo al 12 aprile toccherà ai nati nel 44-45, dal 2 al 14 aprile ai nati nel 46-47. Per i nati negli anni 48-49 sarà possibile prenotarsi dal 4 al 18 aprile mentre per le classi d'età 50-51 dal 6 al 18 aprile.

COME PRENOTARE IL VACCINO

Ci sono tre modi per aderire alla campagna vaccinale, attraverso la piattaforma lapugliativaccina.regione.puglia.it accedendo al servizio online, si compila il modulo con i dati richiesti e si visualizza data e luogo del proprio appuntamento. È possibile stampare il promemoria e il modulo di consenso informato.

Attraverso il numero verde 800.71.39.31 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Chiamando il numero verde la persona che intende vaccinarsi (o una persona delegata) riferisce i dati richiesti e l'operatore comunica l'appuntamento fissato. Se si desidera stampare il promemoria ci si può recare in una farmacia accreditata al servizio FarmaCup.

VACCINAZIONI DAL 12 APRILE

Come detto, si procede per ordine di anzianità: le fasce di età che possono aderire alla campagna vaccinale vengono sbloccate man mano che i vaccini arrivano da Roma.

Le vaccinazioni partiranno dal 12 aprile e saranno fissate nell'hub più vicino alla residenza del cittadino. Chi intende modificare l'appuntamento può recarsi in farmacia. Le persone che risiedono in Puglia ma non sono iscritte nell'anagrafe sanitaria possono rivolgersi alle farmacie dal 12 aprile. Le persone che intendono aderire ma si trovano in ritardo rispetto alla data prefissata, possono recarsi in farmacia per riprogrammare l'appuntamento.

VACCINI STRAORDINARI IN LOCO

In riferimento alle vaccinazioni anti-covid delle persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni, la direzione generale della Asl Foggia, per agevolare questa fascia di popolazione residente nei piccoli comuni, ha organizzato sedute straordinarie direttamente in loco, come già fatto per le persone ultraottantenni.

I DATI DELLE VACCINAZIONI

Ad oggi sono 574.931 le dosi di vaccino somministrate in Puglia, di queste 186.119 sono relative agli ultraottantenni (dato aggiornato alle ore 16).

Nel complesso, ad oggi, la Asl Foggia ha somministrato 97.418 dosi di vaccino, di cui 67.101 prime dosi e 30.317 seconde dosi.

Hanno ricevuto la prima dose 26.849 persone ultraottantenni; di queste, 11.013 hanno fatto anche la seconda somministrazione.

I VACCINI A DOMICILIO

In provincia di Foggia hanno preso il via anche nei comuni di maggiori dimensioni le vaccinazioni anti-covid a domicilio per le persone ultraottantenni non autosufficienti.

Da oggi, i medici di medicina generale stanno vaccinando a domicilio a Foggia (dove sono operative anche 2 equipe di vaccinatori della Asl per le persone i cui medici di medicina generale non hanno aderito alla vaccinazione a domicilio), Cerignola e San Marco in Lamis.

Da domani partiranno le somministrazioni a domicilio anche a Lucera, San Severo, Manfredonia, Monte Sant'Angelo, San Giovanni Rotondo e San Nicandro Garganico.

Oggi, nei comuni di Celle di San Vito e Faeto, in concomitanza con la somministrazione della seconda dose di vaccino alle persone ultraottantenni, gli operatori della Asl stanno vaccinando anche le persone di età compresa tra 70 e 79 anni mentre i medici di medicina generale stanno somministrando i vaccini a domicilio e alle persone estremamente vulnerabili.

VACCINI AI SOGGETTI VULNERABILI

È partita oggi al Policlinico Riuniti di Foggia la campagna vaccinale per i soggetti estremamente vulnerabili, come i pazienti in trattamento dialitico (emodialisi e dialisi peritoneale), i pazienti portatori di trapianto renale ed epatico o candidati al trapianto, talassemici ed oncoematologici. In particolare, i pazienti in trattamento dialitico di Foggia e di Lucera hanno ricevuto il vaccino presso i rispettivi centri dialisi, mentre le altre categorie fragili saranno immunizzate direttamente negli ambulatori vaccinali della U.O.C. di Igiene dell'Ospedale Colonello D'Avanzo. "È un passaggio importante nel contrasto alla pandemia - ha dichiarato il Commissario Straordinario del Policlinico Riuniti di Foggia Dott. Vitangelo Dattoli. Saranno vaccinati più di 600 pazienti. L'operazione è una tangibile testimonianza dell'integrazione tra le varie strutture e rappresenta soprattutto l'estrema attenzione del Policlinico Riuniti ai pazienti più vulnerabili".


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In migliaia a caccia del vaccino, sito della Regione in tilt: dal 12 aprile dosi da 79 ai 60 anni, 30mila i foggiani 'immunizzati'

FoggiaToday è in caricamento