Salute

Gina e Mattia, da Foggia a Roma per le cure in attesa del trapianto: "Qui è come a casa"

L'Associazione Davide Ciavattini, onlus che da 30 anni opera al fianco dell'Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma per la lotta alle leucemie infantili, racconta la storia di Mattia (in attesa del trapianto di midollo) e di sua madre Gina

"Auguriamo a Mattia di poter tornare presto vicino ai suoi amici e a tutta la sua famiglia. Nel frattempo, ci pensiamo noi a non farti mancare troppo la tua città".

L'Associazione Davide Ciavattini, onlus che da 30 anni opera al fianco dell'Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma per la lotta alle leucemie infantili, racconta la storia di Mattia e di sua madre Gina. Mattia è un ragazzo foggiano di 13 anni in cura presso l'ospedale della Capitale. Con lui c'è la mamma Gina: "Una mamma e un figlio che devono allontanarsi dalla loro casa, dalle loro abitudini per poter ricevere le cure necessarie in attesa del trapianto di midollo. C'è una mamma preoccupata e impaurita che deve affrontare la sfida più grande in un ambiente nuovo che non conosce e c'è un ragazzo che deve crescere in fretta, essere più forte degli altri coetanei, perché in questo momento non può godersi appieno la spensieratezza che è d'obbligo a 13 anni, ma già sa cosa vuol dire entrare ed uscire da un ospedale", si legge sulla pagina Facebook dell'associazione.

"Ero piena di paure: da sola con mio figlio, accolti in una casa, certo, ma in una città nuova e completamente sconosciuta. Come avrei fatto? Ma quando sono entrata nella casa ho capito subito che non era un posto qualunque, era come essere a Foggia, era come essere davvero 'a casa'. Abbiamo i nostri spazi e al tempo stesso ci sono persone che, pur non conoscendomi, sono disposte ad aiutarmi", le parole di Gina, alla quale le pedagogiste Martina e Giulia hanno deciso di donare un momento conviviale, un riavvicinamento virtuale alle tradizioni di casa. E così, Gina, Mattia e le due pedagogiste si sono cimentati nella preparazione delle orecchiette, la pasta preferita di Mattia. Orecchiette al sugo, ma all'amatriciana, "perché Roma e Foggia sono un tutt'uno da quando Gina e Mattia sono qui con noi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gina e Mattia, da Foggia a Roma per le cure in attesa del trapianto: "Qui è come a casa"
FoggiaToday è in caricamento