Il vitalizio mensile dopo la Regione: 4.322 euro a Nuzziello, 5.618 a Ognissanti

Anna Nuzziello di Foggia incasserà un assegno di vitalizio minimo pari a 4322 euro lordi mensili. Francesco Ognissanti di Manfredonia 5618,76 euro

Ognissanti e Nuzziello

Fare un'esprerienza - o più di una - tra i banchi di via Capruzzi a Bari, conviene. Non candidarsi per tentare un'eventuale rielezione altrettanto. Lo sanno bene gli ex consiglieri regionali Anna Nuzziello e Franco Ognissanti.

Infatti, terminata l'esperienza politico-amministrativa in Regione Puglia, la foggiana Nuzziello, eletta nel 2010 nelle liste de ‘La Puglia per Vendola’, beneficerà dell’assegno di vitalizio minimo – di 4322 euro lordi mensili (pari al 40% dell’indennità mensile lorda da consigliere regionale) - maturato grazie al versamento di 66.560,76 euro a copertura del periodo minimo contributivo del quinquennio trascorso tra i banchi di via Capruzzi (IX Legislatura dall’11 maggio 2010).

E’ quanto deliberato il 10 giugno dall’ufficio di presidenza della Regione Puglia presieduto da Onofrio Introna, dopo che Nuzziello aveva fatto richiesta di quantificazione dell’importo da versare sulla base di quanto disciplinato dall’art. 7 della Legge Regionale 8 del 2003, che prevede (al comma 1) che il consigliere regionale che abbia versato i contributi previdenziali per un periodo inferiore a cinque anni, ma non inferiore a trenta mesi, ha facoltà di continuare il versamento per il periodo occorrente, così da poter conseguire l’assegno vitalizio minimo.

Questo grazie al salvacondotto introdotto dalla legge 34 per quei consiglieri impegnati nella prima legislatura, secondo il quale, appunto, per ricevere il vitalizio minimo sarebbe bastato versare i contributi necessari a completare i cinque anni di versamenti. Reversibile anche agli eredi, in caso di mancata richiesta, la Regione avrebbe dovuto restituire alla Nuzziello l'importo fino a quel momento versato a titolo di contributi.

L'ex consigliere regionale ha preferito optare per questa soluzione, alla pari di altri colleghi, tra cui l'ex capogruppo dell'Italia dei Valori, Lorenzo Nicastro. Ancora prima era stato il collega Francesco Ognissanti a optare per il vitalizio. L’esponente manfredoniano del PD, dopo aver versato altri 10.934,99 euro, contribuzione relativa a 4 mesi e 18 giorni, incasserà un assegno di 5618,76 euro lordi al mese, il 52% dell'indennità mensile lorda incassata durante il suo doppio mandato. Ognissanti infatti aveva versato contributi per 7 anni, altrettanti mesi e 12 giorni, dal 18 maggio 2005 al 31 dicembre 2012.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento