A Vieste la mafia uccide ancora, "ma la città non vuole sottostare alle sue logiche feroci"

Il sindaco Nobiletti condanna "l’ennesimo disumano atto di una spirale criminale che sta turbando alle fondamenta la città incrinandone la stabilità sociale ed economica"

Giuseppe Nobiletti

OMICIDIO NOTARANGELO / NOBILETTI: ”E’ NECESSARIA UNA RISPOSTA FERMA, RISOLUTIVA ED ESEMPLARE”

“Esprimiamo condanna ed indignazione per l’inaudito atto di violenza che ha nuovamente macchiato la città di Vieste. L’omicidio di Giambattista Notarangelo rappresenta l’ennesimo disumano atto di una spirale criminale che sta turbando alle fondamenta la nostra città, incrinandone la stabilità sociale ed economica", è quanto dichiara il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti, dopo l'ennesimo omicidio di mafia avvenuto nella cittadina garganica.

"Vieste non è disposta a sottostare a queste feroci logiche mafiose ed intende invece proseguire in un cammino di legalità, unico e reale strumento per estirpare il fenomeno criminoso dal nostro splendido territorio", ha aggiunto Nobiletti, che poi si affida alla Forze dell'Ordine sollecitandone "una risposta ferma, risolutiva ed esemplare che possa finalmente porre fine a questa inaccettabile sequenza di atti criminosi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento