rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Politica Vieste

A Vieste la mafia uccide ancora, "ma la città non vuole sottostare alle sue logiche feroci"

Il sindaco Nobiletti condanna "l’ennesimo disumano atto di una spirale criminale che sta turbando alle fondamenta la città incrinandone la stabilità sociale ed economica"

OMICIDIO NOTARANGELO / NOBILETTI: ”E’ NECESSARIA UNA RISPOSTA FERMA, RISOLUTIVA ED ESEMPLARE”

“Esprimiamo condanna ed indignazione per l’inaudito atto di violenza che ha nuovamente macchiato la città di Vieste. L’omicidio di Giambattista Notarangelo rappresenta l’ennesimo disumano atto di una spirale criminale che sta turbando alle fondamenta la nostra città, incrinandone la stabilità sociale ed economica", è quanto dichiara il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti, dopo l'ennesimo omicidio di mafia avvenuto nella cittadina garganica.

"Vieste non è disposta a sottostare a queste feroci logiche mafiose ed intende invece proseguire in un cammino di legalità, unico e reale strumento per estirpare il fenomeno criminoso dal nostro splendido territorio", ha aggiunto Nobiletti, che poi si affida alla Forze dell'Ordine sollecitandone "una risposta ferma, risolutiva ed esemplare che possa finalmente porre fine a questa inaccettabile sequenza di atti criminosi”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vieste la mafia uccide ancora, "ma la città non vuole sottostare alle sue logiche feroci"

FoggiaToday è in caricamento