Politica Peschici

Gli avvocati garganici al ministro alla Giustizia: "Rivedere la riforma della geografia giudiziaria"

Ha partecipato alla processione in onore di Sant'Elia Profeta

C’era anche il vice ministro alla giustizia Francesco Paolo Sisto dietro la statua di Sant’Elia Profeta ieri sera durante la processione a Peschici in onore del Santo patrono della cittadina garganica. La sua visita ha fornito l’occasione per riaccendere l’attenzione sulla riforma della geografia giudiziaria.

Al vice ministro, infatti, è stato chiesto di vigilare sull’entrata in vigore della riforma dell’aumento delle competenze del Giudice di Pace e di evitare che la stessa slitti nuovamente (la nuova entrata in vigore è stata fissata ad ottobre 2025 dopo che inizialmente era prevista per ottobre di quest’anno), di far diventare ministeriale l’ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico (per evitare che i Comuni di Peschici, Vico, Ischitella, Rodi, Carpino e Cagnano Varano continuino a trovarsi in difficoltà per il reperimento dei fondi necessari al mantenimento del detto e unico presidio giudiziario di prossimità) e di pensare ad una riforma per migliorare la qualità in generale dell’ufficio dei Giudici di Pace.

Con l’attuazione di queste richieste, sicuramente e concretamente realizzabili, la popolazione del Gargano Nord ritornerebbe sostanzialmente nelle stesse condizioni di prima della riforma su richiamata e supererebbe definitivamente le gravi e ormai più che note difficoltà in cui invece, da oltre dieci anni, è stata costretta a vivere” ha dichiarato Giovanni Maggiano, Presidente dell’Associazione Avvocati Garganici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli avvocati garganici al ministro alla Giustizia: "Rivedere la riforma della geografia giudiziaria"
FoggiaToday è in caricamento