Politica

Landella ci riprova: riunione di maggioranza per chiudere la verifica interna

Presenti Forza Italia e Alternativa Popolare, mentre i nuovi consiglieri leghisti di Salvini non si schiodano dalle loro posizioni anti-Roberto e chiedono l’assessorato alla Sicurezza

Alla vigilia del Consiglio comunale che porterà in aula quarantacinque debiti fuori bilancio, la convenzione col Foggia Calcio per la gestione dello stadio Zaccheria e la mozione sulla delicata faccenda della palazzina ex Amica persa all'asta a beneficio di una società privata, il sindaco Franco Landella convoca la sua maggioranza.

I consiglieri sono attesi questo pomeriggio a Palazzo di Città per chiudere - queste sarebbero le intenzioni del primo cittadino - una volta per tutte la verifica interna che si trascina dall'agosto scorso. Non è chiaro chi risponderà alla chiamata di Landella. Certamente Forza Italia ed Alternativa popolare. Dopo settimane di tira e molla, potrebbero presentarsi anche i nuovi leghisti ex Civica per la CapitAmata (Fiore, Vigiano e Splendido) che in conferenza stampa martedì scorso hanno aperto ad una nuova interlocuzione con il centrodestra di Landella. "Da una posizione di rispetto e di pari dignità" ci hanno però tenuto a sottolineare i tre, che ora agitano l'essere parte di un "vero partito".

E tuttavia l'interlocuzione potrebbe rivelarsi difficile se è vero che alla vigilia il gruppo verde Lega continua a tenere ferma sul tavolo la posizione anti-Roberto e la richiesta di un assessorato alla Sicurezza (con tanto di polizia municipale, temi cari a Matteo Salvini) che andrebbe a "disturbare" l'assessorato di Amorese, vicino a Bruno Longo.

Difficile immaginare poi una presenza dei due (ex?) forzisti Nicola Russo e Pasquale Cataneo (quest'ultimo a Foggiatoday dichiara di "non essere stato invitato"); Pertosa (ex Ncd, oggi indipendente), invece, è da tempo in posizione di appoggio esterno. Una interlocuzione complessa, come si noterà, alla quale da tempo giunge l'aiuto in aula delle opposizioni (ultimo consiglio comunale compreso), e che si intreccia con le ambizioni romane di molti consiglieri in vista delle elezioni politiche 2018. L'esito del tavolo sarà visibile domani sul volto del primo cittadino e tra i banchi della maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Landella ci riprova: riunione di maggioranza per chiudere la verifica interna
FoggiaToday è in caricamento