Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Visite ai malati Covid negate in Puglia, Tutolo si accampa davanti alla Regione: "Nessuno deve morire da solo"

Stamattina sit-in del consigliere regionale per l'umanizzazione delle cure. Ha montato una piccola tenda da campeggio. Ha sospeso la protesta solo quando ha ricevuto rassicurazioni dal vice presidente Piemontese che si è fatto garante per la discussione in Consiglio

È partito stamattina da Lucera con una piccola tenda da campeggio, sacco a pelo, tavolino, sedia e cartelli, e si è piazzato davanti alla sede della Regione Puglia in via Gentile a Bari: è iniziata così la protesta a oltranza del consigliere regionale Antonio Tutolo per l'umanizzazione delle cure dei malati di Covid.

A Pasqua si era incatenato, ha presentato una mozione che non approda ancora in Consiglio regionale e assieme ad altri colleghi ha elaborato una proposta di legge, oggi aveva promesso di non schiodarsi da lì fino a quando non avrebbe ricevuto una risposta.

"In altre Regioni sono stati attuati protocolli di sicurezza per consentire la visita ai pazienti in condizioni critiche - ribadisce il consigliere Antonio Tutolo - In Puglia, non si sa per quale motivo, questo non è possibile. Eppure, ormai, ci sono le conoscenze, i dispositivi di sicurezza adatti e pure validi protocolli per permettere che ciò avvenga nella massima sicurezza. E - francamente - a questo punto, sembra essere diventata più una presa di posizione che un diniego confortato da una ragionevole motivazione". 

Il consigliere regionale chiede l'adozione di un protocollo che consenta la visita di una sola persona, con tutti i dispositivi di protezione e per un tempo limitato, affinché i malati di Covid possano ricevere il conforto dell'affetto dei propri cari.

"Voglio battermi per evitare che si continui a morire da soli, senza nessuno vicino: la trovo una cosa semplicemente assurda e crudele". Non mollerà fino a quando il Consiglio regionale non si esprimerà sul tema, "in un senso o nell'altro, assumendosi la responsabilità delle proprie decisioni. Siamo pagati per questo, del resto". 

Poco dopo le 13, il consigliere regionale ha comunicato la sospensione del suo sit-in a seguito di un incontro con il vice presidente della Regione Puglia Raffaele Piemontese. L'assessore regionale foggiano si è fatto garante personalmente affinché la sua proposta di legge possa approdare al più presto nella Commissione permanente Sanità e Servizi Sociali e in Consiglio regionale.

"Abbiamo avuto uno scambio di opinioni - ha spiegato Tutolo che lo ringrazia per la sensibilità dimostrata e la propensione al dialogo - e lui ha condiviso con me come fosse assolutamente essenziale la discussione in Consiglio. Poi il Consiglio è sovrano e ognuno si assume la propria responsabilità di votare sì o no. Ha chiamato il presidente della Commissione, Mauro Vizzino, che ha dato la piena disponibilità a trattare nella seduta di venerdì prossimo la proposta di legge". La presidente Loredana Capone e alcuni capigruppo si sono resi disponibili a inserirla all'ordine del giorno e già il martedì successivo dovrebbe approdare in Consiglio regionale.

Antonio Tutolo tenda Regione Puglia-3

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite ai malati Covid negate in Puglia, Tutolo si accampa davanti alla Regione: "Nessuno deve morire da solo"

FoggiaToday è in caricamento