Politica

Nell’Udc è guerra tra l’on. Angelo Cera e il consigliere provinciale Bonfitto

L'ex amico del parlamentare conferma l'ingresso nella giunta Pepe. L'onorevole, nominato commissario da Cesa, chiede la scomunica dei "dissidenti"

L’ennesimo litigio tra Angelo Cera e il resto del partito scaturisce dal neo ingresso dell’Udc nella maggioranza alla Provincia. Da una parte l’onorevole ha ribadito e imposto il suo “no” al rientro nella giunta Pepe, dall’altra il capogruppo dell’Udc a Palazzo Dogana, il compaesano e vecchio amico Michele Bonfitto, sembra essere di tutt’altro avviso.

Gli anatemi e le scomuniche non ci tangono e lasciano il tempo che trovano alla stregua delle grida di manzoniana memoria”. Con queste parole rilasciate alla Gazzetta del Mezzogiorno, Bonfitto glissa ogni tentativo da parte del parlamentare dell’Udc di destabilizzare l’azione del gruppo consiliare alla provincia.

Per Bonfitto sarebbe questione di dignità e di coerenza nei confronti degli elettori. Angelo Cera, nel giorno in cui Cesa lo nomina commissario del partito in Capitanata, chiede a Casini e allo stesso Cesa la scomunica per i “dissidenti”. Giannicola de Leonardis in tutto ciò c’entra davvero ben poco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell’Udc è guerra tra l’on. Angelo Cera e il consigliere provinciale Bonfitto

FoggiaToday è in caricamento